Tegola confermata in casa Fiorentina. L'esito della risonanza magnetica effettuata questo pomeriggio sul ginocchio destro di Mario Gomez è stato quello che ci si aspettava. Saranno 6 - 7 settimane di stop per il panzer tedesco, infortunatosi in uno scontro di gioco col portiere del Cagliari Micheal Agazzi nel lunch match di ieri tra viola e rossoblu, conclusasi sull' 1 - 1 grazie alle reti di Borja Valero e Pinilla.

Verosimilmente quindi l'ex Bayern sarà a disposizione per la fine di ottobre, forse non in tempo per la sentitissima partita in programma il 20 di quel mese contro la Juventus, ma più probabilmente in occasione dell'altro match  che a Firenze si sente come una delle partite più importanti, quella di San Siro contro il Milan che nella stagione passata è stato rivale e vincitore nella lunga ed avvincente battaglia al terzo posto finale, che ha significato qualificazione in Champions League per i rossoneri e conseguente partecipazione all'Europa League per i toscani.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Fiorentina

La lesione distrattiva di secondo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro è stata quindi confermata, per una tempistica di recupero di circa 50 giorni; sempre in casa gigliata, confermata tramite il sito ufficiale viola la lussazione acromion-claveare di secondo grado con sollecitazione della capsula articolare della spalla sinistra per Juan Guillermo Cuadrado.

Per la veloce ala colombiana sono previste tre settimane di stop prima di rientrare in campo: al suo posto è pronto lo spagnolo Joaquin, uno degli arrivati dal mercato estivo.