La squadra nerazzurra si riscatta della figura non esaltante con il Genoa, mentre il Catania in cerca dei primi punti non riesce a superare la prova Inter. Senza Milito l'Inter si affida alla velocità di Jonathan e alla sua tecnica, mentre il Catania fa un bellissimo primo tempo senza pareggiare e non respinge le incursioni interiste all'inizio del secondo tempo. Catania deciso e compatto ma non realizza al Massimino con una squadra nerazzurra superiore sul piano tecnico: la difesa del Catania è impotente davanti la macchina da guerra dell'attacco interista.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Primo tempo. Le squadre cominciano la partita e si studiano. Al 4' minuto Alvarez lancia due primi tiri che non spaventano il portiere. Al 10' minuto il Catania si mostra pericoloso con Leto che costringe Handanovic a difendersi in due tempi, poi l'Inter ribatte Jonathan che impegna Andujar in prodezze da mondiale.

La partita comincia a prendere carattere e continuità, l'Inter impegna il Catania sul piano tecnico.

Al 14' Cambiasso lancia un tiro di sfida dalla distanza, al 16' Guarin impegna la difesa catanese sulla destra, ma al 19' la superiorità tecnica della squadra nerazzurra è vincente: Jonathan vola velocissimo sulla destra e con un passaggio rasoterra serve la sfera a Palacio che conclude in porta.

Pronta la reazione del Catania al 29' con Tatchsidis che spara un missile dalla distanza che per poco non entra in rete, al 32' Castro non trova per un soffio la testa di Almiron. I padroni di casa digrignano i denti per il pareggio. Sul finire del primo tempo arrivano le prime sostituzione, Lopez per il Catania e Tader per l'Inter. Finisce il primo tempo con una ammonizione di Spolli per un fallo pericoloso su Palacio.

I migliori video del giorno

Secondo tempo. Al 2' minuto l'Inter recupera le forze si fa mostra aggressivo con Nagatomo che colpisce di testa ma Andujar respinge di pugno, al 4' minuto Palacio tocca il secondo palo. Ma al 10' minuto l'Inter allunga le distanze sul Catania con il gol di Nagatomo: Palacio recupera il pallone, scatto del solito Jonathan sulla destra e colpo di testa di Nagatomo che non sbaglia il colpo.

Sale il nervosismo della squadra catanese che cerca il gol. Il portiere Andujar viene ammonito al 67' per una parola di troppo con Palacio. Entrano in campo Alvarez e Doukara per il Catania, nell'Inter entra Belfodil. Al 70' il Catania mostra carattere e mette in difficoltà l'Inter con un tiro inaspettato di Rolin che però trova la deviazione di Cambiasso sui pugni di Handanovic.

Il Catania ce la mette tutta, mette sprint alle azioni di attacco. Ma l'Inter alza il petto con un tiro pericoloso di Alvarez e un gol annullato al 77' per un fuorigioco di Belfodil. Ma due minuti dopo al 79' arriva il terzo gol: Alvarez sulla trequarti tenta una trasvolata solitaria, ubriaca i difensori catanesi e calcia sul palo sinistro che rimbalza e mette la palla dietro le spalle di Andujar.

L'inter è sempre padrona del match: al 87' attacca il Catania in contropiede e in superiorità numerica (5 vs 3) ma Nagatomo non riesce a servire un buon pallone per il quarto gol. L'Inter non perde fiato e mette a dura prova il Catania fino all'ultimo con un mancato gol di Belfodil sul cross di Campagnaro. Siamo al 90' e l'arbitro concede tre minuti di recupero, ma la partita finisce senza risultati. L'Inter vince 3-0 contro il Catania.