La vittoria  per 2-1 ottenuta contro la Repubblica Ceca permette all'Italia di ottenere la matematica qualificazione ai mondiali che si giocheranno in Brasile nel 2014. Non un match semplice per gli azzurri, che hanno rimontato l'iniziale gol di Kozak nella ripresa prima con un gol di Chiellini e poi con un rigore di Balotelli. Scopriamo le pagelle dei giocatori di Prandelli riguardanti proprio il match con la Repubblica Ceca.

Buffon 6.5 Raggiunge Cannavaro a quota 136 presenze in azzurro e lo fa davanti al suo pubblico.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Sempre attento quando viene chiamato in causa.

Bonucci 6 Anche lui sorpreso in occasione del gol di Kozak, riorganizza la difesa ed è sempre lui a iniziare l'azione.

Pasqual 6.5 Ha corso come un matto sulla corsia di sinistra, sfornando anche ottimi cross.

Promosso. Deve uscire in seguito a un brutto scontro.

Chiellini 7 Non solo per il gol del momentaneo pareggio segnato. Gioca nel suo stadio e sforna una prestazione davvero importante.

Maggio 6 Anche il giocatore del Napoli corre come un matto sul suo binario.

Pirlo 7 Il faro del gioco azzurro è sempre lui: lanci lunghi o corti, sa sempre a chi dare la palla. E non è poco.

De Rossi 6.5 Inizia da difensore, poi si sposta a metà campo e conferma di essere in un buon momento di forma.

Montolivo 6 Non il miglior Montolivo della stagione. Sbaglia anche qualche pallone semplice e non è da lui.

Candreva 6.5 Si trasforma in ala pura quando Prandelli cambia modulo. Punge quando può e si mette al servizio dei compagni. Cresce nella ripresa.

Giaccherini 6 Prova a sfondare sulla sinistra in più occasioni e mette al centro anche buoni palloni.

I migliori video del giorno

Esce per far posto a Osvaldo per un'Italia più offensiva.

Osvaldo 6 Ottima spalla di Balotelli, il suo ingresso in campo è indubbiamente servito per cambiare il corso della partita.

Balotelli 7.5 Ok, fallisce almeno tre occasioni nitide. Però è sempre lì, al punto giusto nel momento giusto. Si procura il rigore e poi lo trasforma con la solita inesorabile freddezza. La Nazionale azzurra non può fare a meno di lui.

Ogbonna sv In campo nel quarto d'ora finale al posto di Pasqual. Thiago Motta sv Entra per dare sostanza al centrocampo poco prima del novantesimo.