Serie A, seconda giornata di campionato: all'Olimpico di Roma alle 18 è andata in scena la gara tra Roma e Hellas Verona. Entrambe le squadre partono con 3 punti in classifica. La Roma è la favorita alla vittoria, dopo aver battuto il Livorno in Toscana, ma il Verona è una mina vagante, dopo la prima uscita casalinga, in cui con la doppietta di Toni ha battuto il più quotato Milan di Balotelli ed El Shaarawy. Analizziamo risultato e sintesi di gara.

Sintesi Roma - Verona: la squadra veneta è indubbiamente proiettata verso una fase prevalentemente difensiva, mentre la Roma di Garcia prova ad imbastire gioco, passando dai piedi di Totti e dalle discese in fascia del neo acquisto Maicon, ex fenomeno dell'Inter di Mourinho.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

La partita si svolge con un certo equilibrio, benchè dopo un paio di minuti Florenzi divori una ghiotta palla gol. La Roma ci prova soprattutto dalla distanza, mentre il Verona si affida a qualche ripartenza e al peso di Luca Toni, poco trovato però dai compagni.

Qualche occasione in più per la squadra di casa ma il risultato del primo tempo termina sullo 0 a 0.

Sintesi della ripresa: Dopo 10 minuti in cui la squadra di Garcia prova a prendere le misure d'attacco, arriva la palla filtrante di capitan Totti per Maicon che fa partire un tiro cross, deviato da un difensore avversario, finendo in gol. Il risultato va sull'1 a 0 per i giallorossi. Dopo appena 3 minuti è un pallonetto da fuori area di Pjanic a portare il risultato sul 2 a 0. La partita si mette in discesa per i giallorossi: al 59 simo Gervinho potrebbe far calare addirittura il sipario, ma calcia addosso al portiere tutto solo. Al minuto 66 arriva anche la ciliegina di Ljajic che porta il risultato in cassaforte sul 3 a 0, gol all'esordio per l'ex viola. La Roma fa accademia e Gervinho ha modo di farsi negare un altro gol.

I migliori video del giorno

Per Il Verona c'è spazio per una traversa colpita da fuori area da Hallfredsson. Il risultato finale è di 3-0 per la Roma che balza a 6 punti, con un gioco gradevole e vivace.