Due giornate di campionato, troppo poco per dare giudizi o sparare sentenze su chi si sia rafforzato o indebolito, eppure un dato c’è già: tutte le big (ad eccezione del Milan, che nella prima di campionato ha perso 2-1 a Verona) sono a punteggio pieno, una cosa che non si verificava da anni e che fa pensare ad un campionato maggiormente equilibrato rispetto al passato.



Dopo le vittorie di Napoli (2-4 a Verona contro il Chievo, con Hamsik che in virtù della doppietta messa a segno ha eguagliato il record di Alessandro Del Piero riuscendo nell’impresa di segnare due doppiette consecutive nelle prime due gare di campionato) e Juventus (4-1 sulla Lazio), Milan, Roma, Inter e Fiorentina hanno risposto alla grande mettendo rispettivamente in fila Cagliari (piegato 3-1), Verona (battuto 3-0), Catania (altro 3 a 0) e Genoa (umiliato in casa e sconfitto 5-2).

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus





Insomma, sembra tornato il campionato di 10-15 anni fa, quando le famose “sette sorelle” dominavano il torneo lasciando agli altri le briciole; la diaspora dei più grandi campioni (emigrati verso le faraoniche corti di sceicchi e miliardari) e la crisi tecnica che ne è scaturita hanno prodotto negli ultimi anni un campionato sempre più livellato verso il basso, con i livelli di successi  internazionali e quelli di spettacolo in patria paurosamente scesi ai minimi storici.





Gli arrivi di Gomez, Tevez e Higuain, conditi dai ritorni di Rossi (3 gol in 2 partite) e Kakà (ormai prossimo a vestire nuovamente la maglia del Milan) hanno di certo contribuito a rimescolare le carte in tavola, ma l’impressione è che sia cambiata la mentalità di approccio alle gare, con Napoli, Fiorentina e Juventus in particolare a macinare gioco e segnare a raffica nonostante match già chiusi e vinti con abbondante anticipo sul fischio finale.



La Juventus appare ancora la più forte, trainata da un centrocampo stellare e fortificata dalla guida di Conte, vero mastino della panchina; le altre però non stanno di certo a guardare, col Napoli e la sorprendente Inter di Mazzari in testa. E sabato 14 settembre alla ripresa del torneo ci sarà proprio Inter-Juventus al Meazza.



A questo punto non resta che sedersi in poltrona e godersi lo spettacolo.

I migliori video del giorno

Dopo anni di domini incontrastati, sembra essere tornato.