Importante vittoria quella ottenuta dal Chievo Verona del tecnico Sannino, in casa, allo stadio Bentegodi contro l'Udinese di mister Guidolin. Una vittoria che consente ai veronesi di portarsi a quota 4 in classifica, dopo un inizio di campionato che almeno sotto il punto di vista dei risultati non aveva sorriso ai clivensi.

Eppure l'Udinese di Guidolin era scesa in campo, per il primo anticipo della quarta giornata del campionato di Serie A, piena di buoni propositi, ma con un Antonio Di Natale in meno.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Infatti il bomber friulano è partito dalla panchina; al suo posto ha giocato Lazzari. Ma le cose per i friulani sembravano andare nel verso giusto in quanto al primo minuto di gioco, complice una disattenzione difensiva dei clivensi, l'Udinese passava in vantaggio grazie ad una rete di Maicosuel, che approfittava di un errato retropassaggio all'indietro del difensore veronese Cesar.

Da qui il patatrac, con l'attaccante friulano che s'impossessava del pallone, scartava il portiere veneto Puggioni, e depositava la palla in rete.

Un avvio quindi scioccante per il Chievo, che aveva però il merito di restare compatto, e di continuare a giocare in modo razionale, come spesso gli capita. Il pareggio siglato al 13' da Pellisier è il giusto compenso alle trame di gioco fino ad allora orchestrate dalla squadra veronese.

Piccolo applauso meritava l'autore della rete ossia Sergio Pellisier, al goal numero 108 con la maglia del Chievo: un piccolo record.

Mano mano, quindi, un'Udinese sempre più deconcentrata perde la bussola, e al 40' si fa infilzare per la seconda volta dai veneti, grazie ad un'azione caparbia di Paloschi, tramutata in rete da Rigoni.

Nella ripresa, il tecnico dei friulani, Guidolin, faceva entrare in campo Di Natale al posto di Lazzari.

I migliori video del giorno

I bianconeri ci provavano, ma non riuscivano a pareggiare e si andava alla fine dell'incontro con questo risultato: Chievo-Udinese 2-1.

I friulani restano quindi a quota 4 in graduatoria e vengono raggiunti proprio dal Chievo.

Giuseppe Sannino, tecnico del Chievo Verona,  ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di  Sky Sport  dopo  la vittoria per 2-1 sull' Udinese in rimonta. Ecco quanto evidenziato: "Sono contento per la squadra. Avevo visto cose positive nell'ultima gara nonostante il passivo e quest'oggi è la dimostrazione. La squadra ha saputo anche soffrire, ho visto una voglia di correre e sacrificarsi importante. Non mi sono abbattuto prima, ma non mi esalto adesso anche se ho visto cose importanti. Radovanovic-Rigoni al top? Si può sempre migliorare ed essere grandi giocatori anche in una squadra non di vertice. Gestire meglio il pallone? C'è sempre da migliorare, ascolterò il consiglio. L'errore sul goal di Maicosuel ? Paradossalmente hanno voluto giocare troppo il pallone.

Nel calcio ci sono gli errori, altrimenti le partite finirebbero tutte 0-0".

Ecco di seguito il tabellino della gara:

Chievo Verona (4-4-2): Puggioni; Frey, Bernardini, Cesar, Dramè; Estigarribia, Rigoni, Radovanovic, Sestu (74' Hetemaj); Paloschi (90' Bentivoglio), Pellissier (88' Thereau). A Disposizione: Squizzi, Silvestri, Dos Santos, Lazarevic, Calello, Pamic, Improta, Sardo, Ardemagni. Allennatore: Sannino.

Udinese (3-5-1-1): Kelava; Heurtaux, Bubnjic (80' Zielinsky), Danilo; Basta, Badu (64' Pereyra), Allan, Lazzari (46' Di Natale), Gabriel Silva; Maicosuel, Muriel. A disposizione: Benussi, Naldo, Widmer, Douglas, Mlinar, Fernandes, Jadson, Nico Lopez, Ranegie. Allenatore: Guidolin.

Arbitro: Tommasi

Marcatori: 1' Maicosuel (U), 13' Pellissier (C), 40' L. Rigoni

Ammoniti: Gabriel Silva, Basta, Bubnjic, Danilo (U), Pellissier, Sestu, Cesar, Frey (C)