Si è giocato il 9° turno delle gare di qualificazione ai prossimi Mondiali di calcio in Brasile 2014. Per le squadre europee, poche sono state le sorprese, molte le conferme. Quasi tutte le partite hanno rispecchiato a pieno il pronostico della vigilia, in qualche gara il divario tecnico - tattico tra le compagini è stato fin troppo evidente. Non deve far clamore, a tal riguardo, l'8 - 1 che la Nazionale olandese ha rifilato all'impotente Ungheria.

Oltre al pesantissimo risultato degli Orange, guidati da uno straripante Van Persie, autore di una tripletta, anche la Russia del Commissario Tecnico Fabio Capello e la Romania hanno inflitto un parziale pesante ai propri avversari.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Entrambe le Nazionali si sono imposte 4-0 in trasferta, dimostrando di essere di una spanna superiori a Lussemburgo e Andorra, rispettivamente avversarie di Russi e Rumeni.

Importantissimo, anche se di misura, il successo del Belgio 2-1 contro la Croazia, Hazard e compagni hanno staccato il biglietto per Brasile 2014, come prima classificata del Gruppo A.

Di un certo rilievo, non per il punteggio ma per l'importanza, sono state anche le vittorie di Islanda, Grecia, Svezia e Ucraina, tutte si giocheranno la qualificazione, o almeno l'accesso ai Play Off riservati alle migliori seconde classificate, nei prossimi turni in programma.

La nostra Nazionale, già qualificata per Brasile 2014, non è andata oltre il pareggio contro una buona Danimarca, che molto probabilmente sarà eliminata dai Mondiali. All'iniziale prodezza di Osvaldo ha risposto la doppietta dell'ex juventino Bendtner, nei minuti di recupero Aquilani ha fissato il risultato sul 2 - 2 finale. La prestazione dell'Italia è stata buona, ma non eccelsa, tuttavia è bastata a mantenere l'imbattibilità nelle qualificazioni.