La classifica di Serie A parla chiaro: Roma 24 punti, Napoli 19 assieme alla Juventus. Limitiamoci ad analizzare solo queste tre ambitissime posizioni, che valgono l'Europa e anche il successo di una squadra.

Tolta la Juventus, che viaggia sulla qualità di un gruppo che scricchiola ma comunque rimane uno dei migliori della Serie A, sorprende parecchio una superlativa Roma a punteggio pieno, non un pareggio, non una sconfitta, solo vittorie.

Il Napoli ha trovato la sua dimensione, tolto il pareggio con il Sassuolo che poteva essere evitato, e ha fatto tutto molto bene pur uscendo con le ossa rotte dal confronto con la Roma, subito riprendendo a vincere in trasferta in Francia.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

La verità è che Roma e Napoli non hanno sbagliato nulla e hanno rischiato e lavorato su nuovi gruppi gestiti da nuovi allenatori.

La Roma 

L'arrivo di Garcia era stato percepito con tanta, tantissima diffidenza, un allenatore ancora nuovo a grandi piazze esigenti come quella romana, un allenatore ancora da vedere in piena esplosione.

Poi la cessione di Lamela, il caso Borriello destinato ad andare via e tanti acquisti con un gran punto interrogativo sulle loro teste: da Gervinho a Strootman passando per Ljaic, Benatia e Maicon.

Il Napoli 

Il Napoli sulla falsa riga della Roma sembra essere una totale scommessa di De Laurentis che affida la squadra a un allenatore che in Italia non aveva avuto vita affatto facile, l'Inter lo mise fuori dopo poco, pochissimo. A Napoli, invece, pare sia tutta un'altra storia, anche l'assenza di Higuain sembra essere stata metabolizzata, Zapata segna al debutto in Champions, Insigne sembra più motivato che mai, Mertens illumina con un tacco vincente, Callejon dimostra qualità mai espresse prima al Real Madrid e Reina si dimostra un portiere all'altezza degli alti livelli da raggiungere.

I migliori video del giorno

Uno scenario innovativo per una Serie A che riprende validi elementi di qualità per definirsi avvincente, non solo una corazzata e altre inseguitrici, la sensazione è che ci siano tante novità e tante potenziali sorprese ancora tutte da vivere.