Massimo Allegri alla fine di ogni partita si presenta ai microfoni sempre con la solita frase: “Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, è stata nel complesso una buona partita”. Queste parole vengono spesso utilizzate dal livornese quando i risultati fanno fatica ad arrivare. È sempre la stessa cantilena, sia che si tratta di una sconfitta o di un pareggio ma non si vede nemmeno l’ombra di una vittoria. Nessun rimprovero per il Mister, forse le colpe sono da ricercare altrove, magari nella sfortuna come il palo preso.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Tutto il resto, come le palle giocate male, il gioco lento e imprevedibile, non conta e questo si può notare anche dalle dichiarazioni rilasciate dall’allenatore: "Ci sono i presupposti per far bene".

Come se il Milan stesse affrontando le prime gare della stagione, allenandosi con delle amichevoli e invece no, perché sono gare ufficiali nelle quali i rossoneri hanno perso per strada vari punti, durante le dodici gare disputate dall’inizio del campionato fino ad oggi.

L’amministratore delegato dei rossoneri dopo la partita che il Milan ha disputato contro il Chievo al Bentegodi ha poi aggiunto: "Finalmente non abbiamo preso gol". Una squadra come questa però non si può accontentare di un semplice pareggio contro l’ultima in classifica ma deve continuare a lottare per portare a casa davvero quei punti che risolleverebbero il morale di tifosi e dirigenti. Sembra esserci un problema tattico – tecnico e psicologico all’interno dello spogliatoio, stessa situazione che era accaduta nell’anno dello scudetto.

I migliori video del giorno

L’allenatore è fiducioso e ha poi detto che prima di Natale la classifica sarà completamente diversa.