E' tempo di chiudere il cerchio. Mancano ancora 11 squadre per completare la griglia delle 32 partecipanti al prossimo mondiale che si terrà in Brasile nel 2014 e i prossimi giorni saranno decisivi, perchè si disputano gli spareggi nelle varie zone del mondo. Lo spareggio Sudamerica-Asia mette in palio un posto: a contenderselo saranno Giordania e Uruguay, con sfide di andata e ritorno che si giocheranno il 13 e il 20 novembre.

Stesse date per lo spareggio Concacaf-Oceania tra Messico e Nuova Zelanda. Ci si gioca tutto in 180 minuti e non si può commettere nemmeno il minimo errore. In questi giorni invece si gioca il match di ritorno degli spareggi africani: Camerun-Tunisia (and. 0-0), Nigeria-Etiopia (and. 2-1), Senegal-Costa d'Avorio (and. 1-3), Algeria-Burkina Faso (and. 2-3), Egitto-Ghana (and. 1-6). Considerando i risultati del match d'andata, possiamo dire che solamente il Ghana ha di fatto già un piede in Brasile.

Infine gli spareggi più attesi, quelli europei, perchè al mondiale brasiliano sicuramente non vedremo all'opera qualche grande campione. Basti pensare alla sfida tra Portogallo e Svezia: chi rimane a casa tra Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic? Difficile fare pronostici, le partite potrebbero essere decise proprio dalle prodezze dei singoli.

La Croazia parte con i favori del pronostico sull'Islanda, mentre Grecia-Romania si preannuncia come una partita molto equilibrata. Infine la Francia di Ribery, che è attesa dallo spareggio con l'Ucraina. Match da non sottovalutare per i francesi, altrimenti si rischia di non poter partecipare al mondiale. Vi immaginate un mondiale senza la Francia? No, non sarebbe la stessa cosa.