Dopo gli anticipi di ieri e la vittoria in extremis della Lazio ad Udine, la 20esima giornata del campionato di serie A, prima di ritorno, ha regalato emozioni e qualche sorpresa.

Il Napoli non riesce a tenere il passo delle prime della classe, Juventus e Roma, e si allontana ulteriormente dalla vetta. Solo 2-2 a Bologna, con i felsinei che hanno raggiunto il pari negli ultimi minuti con Rolando Bianchi. Ennesima occasione sprecata per gli azzurri per dimostrare davvero di poter competere per il titolo.

Malissimo l'Inter, sconfitta per 1-0 a Genova in casa dei grifoni.

La rete decisiva è stata siglata al 38esimo minuto del secondo tempo da Antonelli. La squadra di Mazzarri paga la precaria condizione di troppi suoi uomini e la sterilità dell'attacco. I nerazzurri, all'ennesimo passo falso stagionale, vedono allontanarsi forse definitivamente i primi tre posti.

Da segnalare la sonante vittoria per 3-0 della Fiorentina a Catania, grazie anche alla doppietta di Matri. L'ex rossonero è parso trasformato dopo la pessima avventura al Milan, evidentemente cambiare aria gli ha fatto bene. I viola, con questi 3 punti toccano quota 40 e si avvicinano al terzo posto in classifica occupato dal Napoli; hanno tutte le qualità tecniche e motivazionali per insidiarlo.   

Nelle altre gare, da segnalare le vittoria esterne del Torino col Sassuolo e del Parma a Verona col Chievo.

I ducali hanno espugnato il Bentegodi al terzo minuto di recupero, mentre i granata si sono imposti sugli emiliani con il più classico dei punteggi: 2-0 Entrambe le squadre viaggiano appaiate in classifica a 29 punti, a sole tre lunghezze dall'Inter.

Nell'ultima gara del pomeriggio l'Atalanta ha battuto il Cagliari in casa per 1-0 e si è allontanata dalle zone calde.

Il tutto in attesa del posticipo di stasera a San Siro, Milan-Verona, che vedrà l'esordio di Seedorf sulla panchina rossonera.