Conte fissa le proprie condizioni alla Juventus: o verrà rinfoltita la rosa con l'acquisto di grandi giocatori o il Mister Campione d'Italia abbandonerà la Vecchia Signora. Uno tra i tre nomi che balzano in cima alla lista dei desideri del c.t. è sicuramente quello dell'esterno destro Juan Guillermo Cuadrado, che quest'anno ha raggiunto il top della forma fisica realizzando ben 11 reti per la Fiorentina in 31 partite di campionato. Nello scacchiere tattico della formazione dei sogni del mister Antonio Conte il colombiano, classe 1988, prenderebbe il posto dell'esterno destro svizzero Stephan Lichtsteiner, ormai trentenne.

Cuadrado come Maicon

La velocità, lo scatto improvviso, la facilità del dribbling e il fiuto per il gol che caratterizzano Cuadrado potrebbero eguagliare, nel progetto di Conte, le prestazioni dell'interista Maicon all'epoca del glorioso triplete conquistato da José Mourinho. A ben vedere, infatti, le performance di Cuadrado non sono dissimili da quelle a cui ci aveva abituato il brasiliano nel corso delle tre grandiose stagioni dell'Inter. Il gioco di Conte, lo ricordiamo, si basa soprattutto sulla velocità e sulla facilità di coprire tutte e tre le zone del campo grazie all'efficienza delle fasce e, in tal senso, Cuadrado sarebbe l'elemento ideale che rinforzerebbe la Juventus. Arrivare al colombiano non sarà tuttavia facile, in quanto quest'anno il talentuoso giocatore ha fatto la fortuna della Fiorentina di Vincenzo Montella. Su Cuadrado, d'altra parte, ha messo gli occhi anche il Barcellona che lo vorrebbe come erede del brasiliano Dani Alves, uno dei migliori terzini al mondo.

Il valore di mercato di Cuadrado

La valutazione di mercato di Cuadrado oscilla tra i trenta e i quaranta milioni di euro ed è in comproprietà tra Fiorentina e Udinese (quest'ultima società amica della Juve).

L'ostacolo più arduo, dunque, sarà quello di prelevare la metà della Fiorentina, ma la Juventus ha un asso nella manica che fa senz'altro gola ai Viola: Domenico Berardi. Il giovane attaccante diciannovenne quest'anno si è distinto nel Sassuolo realizzando ben sedici reti, sette delle quali hanno fatto scalpore: ci riferiamo al poker di gol effettuato ai danni del Milan (partita del 12 Gennaio 2014 terminata 4-3 in favore del Sassuolo) e ai tre gol segnati proprio a Firenze (partita del 4 Maggio 2012 terminata 4-3 in favore del Sassuolo).

Antonio Conte, insomma, ha fatto capire a chiare lettere che per tornare ad essere competitivi anche in Europa, è necessario che la società acquisti due o tre campioni. Senz'altro Cuadrado è uno di questi.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto