A meno due giorni dal ritiro di Pinzolo, l'Inter sta prendendo forma. Il clima è sereno, dall'allenatore ai giocatori c'è tanta voglia di ricominciare e di migliorare il buon quinto posto, ma il mercato è avaro di grandi soddisfazioni e le attese vanno ridimensionate. Facciamo il punto: il d.s. Ausilio si muove con pochi soldi in portafoglio e molti prestiti con diritto di riscatto. Alla fine il suo lavoro sta pagando. Domani, salvo colpi di scena, si svolgeranno le visite mediche di M'Vila, a lungo atteso e inseguito, e Dodò, esterno della Roma, pallino del d.s. Sabatini, ma non di Garcia che ha dato l'ok alla sua cessione.

Dodò è l'esterno che dovrebbe far rifiatare Nagatomo, ha un buon scatto però difetta in fase di copertura. Il suo arrivo prima della full immersion di Pinzolo è dunque fondamentale per apprendere i codici di Mazzarri il cui gioco è basato principalmente sulle fasce. In difesa il primo nome è sempre e solo Rolando tanto che l'Inter aspetta con pazienza che il Porto abbassi le richieste. Se dovesse arrivare il capoverdiano non ci sarebbe più bisogno di Astori che in realtà vorrebbe il Milan. In attacco il preferito è Biabiany però il Parma non è convinta dello scambio Schelotto più 4 milioni, mentre l'ipotesi Pato è qualcosa più di una suggestione anche se di concreto non c'è nulla.

I punti interrogativi sull'ex rossonero sono legati alle sue precarie condizioni fisiche e alla stagione flop in Brasile.

Ancora calda la pista Casemiro. In realtà per ora Ausilio ha calato il tris: oltre a Vidic, che si è presentato regalando una buona impressione e sarà il peno per provare la difesa a 4, e ai già citati M'Vila e Dodò, mancano 48 ore alla firma sul prolungamento del contratto di Ranocchia che avrà la fascia da capitano.

I nomi non fanno sognare e sulla carta non sembrano in grado di fare la differenza o colmare il gap con Juventus, Napoli, Roma e Milan. Sarà per questo che il Presidente Thohir ha fissato con chiarezza l'obiettivo per le prossime due stagioni: l'Europa League. Sapeva che tipo di mercato poteva sostenere.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!