Comincia domani da Kiev (campo neutro, calcio d'inizio ore 19) l'avventura europea dell'Inter 2014/15 targata Walter Mazzarri: i nerazzurri, nella prima giornata del girone F di Europa League, affronteranno gli ucraini del Dnipro allenati da Miron Markevich. Qui Inter- Galvanizzati dal 7-0 rifilato al malcapitato Sassuolo, i ragazzi di Mazzarri devono cercare subito i tre punti in modo da raggiungere nel più breve tempo possibile la qualificazione al turno successivo (nel girone anche St-Etienne e Qarabag): torna a disposizione Jonathan (il brasiliano andrà comunque in panchina), ma il tecnico non potrà contare quasi certamente su Nagatomo (non in ottime condizioni). Out invece Medel per squalifica.

Inter (3-5-2): Handanovic; Vidic, Ranocchia, Juan Jesus; Dodò, M'vila, Kovacic, Hernanes, D'Ambrosio; Osvaldo, Palacio.

Qui Dnipro- Gli ucraini di Markevich, secondi in campionato a soli due punti di distanza dallo Shakhtar, sono reduci dalla bella vittoria in trasferta sul campo del Metalist (2-5 il risultato finale): in 6 partite di campionato la squadra di Dnipropetrovsk ha raccolto 5 vittorie e un pareggio mostrando un gioco a tratti davvero entusiasmante. Markevich per la partita di domani non avrà a disposizione l'infortunato Rotan, mentre restano in dubbio le presenze di Zozulya e Matheus.

Dnipro (4-2-3-1): Boyko; Mazuzh, Luchkevych, Douglas, Fedetskiy; Kankava, Kravcenko; Gama, Matos, Konoplyanka; Kalinic.

Curiosità e pronostico- La partita in competizioni UEFA numero 350 per l'Inter è anche la 6^ che la squadra nerazzurra gioca contro formazioni ucraine: la tradizione è tutta dalla parte della squadra di Milano, che nei precedenti ha raccolto 3 vittorie e 3 pareggi (2 vittorie in Ucraina). Il primo “scontro” tra Mazzarri e Markevich avvenne nella stagione 2008/09 durante i sedicesimi di coppa UEFA: Mazzarri a quel tempo allenava la Sampdoria, Markevich il Metalist, e i blucerchiati vennero eliminati dopo essere stati sconfitti sia all'andata che al ritorno (2-0 in Ucraina e 1-0 a Genova); ricordiamo anche che il tecnico toscano, ai tempi di Napoli, affrontò proprio il Dnipro (stagione 2012/13) in Europa League, perdendo 3-1 all'andata e vincendo 4-2 (al San Paolo) al ritorno.

I Bookmakers quotano nello stesso modo la vittoria delle due squadre (segni 1 e 2 a 2,60), segno che nonostante l'Inter sia (sulla carta) più forte del Dnipro, non ha ancora “credito” a livello europeo: per questo motivo puntare sul pareggio (segno X a 3,20) alla fine potrebbe rivelarsi la scelta migliore. In ogni caso consigliamo di puntare sull'under 2.5 (1,66) o, in alternativa sulla quota No Goal a 2,00.