Annuncio
Annuncio
Già all'inizio dello scorso mese, in concomitanza con l'uscita delle quotazioni della Gazzetta dello Sport, vi avevamo dato le prime dritte relative al Fantacalcio, ma ora vogliamo darvi i nostri consigli in vista delle varie aste che si terranno tra amici. PORTA: l'unica certezza, fino allo scorso anno, era Gigi Buffon, ma con il ritorno alla difesa a quattro, il numero 1 azzurro rischia di prendere più gol di quanto era abituato gli scorsi anni. De Sanctis avrà un Benatia in meno ed Handanovic un Vidic in più, ma ponderate bene le vostre scelte per questo reparto. Rischiate di spendere tanto per un portiere che prende gol a rotocalchi per poi accorgervi che uno come Perin (tanto per citarne uno a caso) vi avrebbe preso si più gol ma vi avrebbe permesso di risparmiare fantamilioni preziosi da destinare ad altri reparti. Ovviamente, se decidete di puntare su un portiere di medio-bassa classifica, non fate l'errore di prendere i suoi vice... Prendete altri due portieri di pari livello (che tanto vi lasceranno a poco o niente) in modo d'alternarli in base alla giornata.


DIFESA: anche in questo caso, spendere solo per chi vi può portare bonus, e nella fattispecie i vari terzini come Pasqual, Lichtsteiner e Jonathan, mentre Nagatomo sembra essere finito dietro a Dodò nelle gerarchie di Mazzarri. Per quanto riguarda i difensori goleador, è difficile dare consigli perchè, trattandosi appunto di difensori, ci vuole un po' a fortuna. La cosa certa è di puntare prevalentemente sugli esterni in quanto meno vincolati a marcature e più propensi al gioco offensivo.


CENTROCAMPO: le certezze sono chiamate Vidal, Candreva, Cuadrado e Mertens, ma non essendo degli attaccanti veri (i primi due segnano molto su rigore, fattore che non sempre può verificarsi) potrebbero incappare nell'anno sfortunato. Anche qui vale il discorso fatto per i portieri: la Serie A, per quanto sempre meno priva di talento, è composta anche da parecchi centrocampisti di medio-basso livello con il vizio del gol, ovvero giocatori che, in fase d'asta, tendono ad essere un po' snobbati. Valutate bene se conviene svenarvi per uno o più top, oppure comporre un reparto composto da tante "piccole formichine" che, messe insieme, possono portare parecchi bonus. Un esempio? Immaginate una linea a quattro composta da giocatori a scelta tra Biabiany, Moralez, Perotti, Lodi, Bonaventura, Vazquez o El Kaddouri... Per tutti questi spenderete sicuramente molto meno che per uno dei big sopraccitati ed avrete abbastanza credito per formare un attacco micidiale pur restando temibili anche in mezzo. Una menzione particolare va fatta al Milan considerato che, uno tra Menez, Bonaventura ed Honda, sarà destinato a ricoprire il ruolo di attaccante esterno, ma quale dei tre? Probabilmente il francese ex Roma e PSG.


ATTACCO: inutile parlare dei vari Tevez, Higuain, e Gomez, andiamo un po' più a fondo. Rossi dovrà andare sotto i ferri ma dovrebbe stare fuori un mesetto, il pericolo di ricadute durante l'anno c'è comunque: prendetelo senza fare follie. L'Inter è un rebus unico perchè Icardi, Osvaldo, Palacio sono tutti giocatori facilmente intercambiabili, e quindi al primo periodo negativo di uno ci sarebbe un altro pronto a soffiargli il posto. Il Milan, con El Shaarawy e Torres, promette faville, ma prestate attenzione ai bomber delle squadre medio-piccole, su tutti Denis, Matri e Paloschi. Per completare il reparto, invece, puntate sulle cosiddette "occasioni", ovvero quei giocatori su cui pochi credono perchè, magari, non molto avvezzi al gol: vi garantiranno comunque un reparto di soli titolari.