Il primo vero grande big match di Serie A andrà in scena sabato sera (calcio d'inizio ore 20.45) al "Meazza" di San Siro e vedrà sfidarsi Juventus e Milan: rientrati dalle fatiche di Champions i bianconeri di Allegri troveranno una squadra motivata e un ambiente rivitalizzato dalla "cura-Inzaghi".

Qui Milan - In settimana sono tornati ad allenarsi con il gruppo sia Torres che El Shaarawy e, a meno di sorprese dell'ultimo momento, dovrebbero essere entrambi convocabili: lo spagnolo partirà comunque dalla panchina (Inzaghi confermerà Menez nel ruolo di "finto nove"), mentre El Shaarawy resta in ballottaggio con Bonaventura.

Pubblicità
Pubblicità

Le assenze di Diego Lopez (infortunio), Alex (infortunio) e Bonera (squalifica) costringeranno Inzaghi a rivoluzionare il pacchetto arretrato e dunque a concedere spazio (oltre ad Abbiati in porta) alla coppia Rami-Zapata, sostenuta sulle fasce da Abate e De Sciglio.

Il Milan arriva all'appuntamento dopo 2 vittorie in campionato, 8 gol fatti e 5 subiti: la capacità realizzativa dell'attacco rossonero ha sorpreso un po' tutti, così come la facilità con la quale Lazio e Parma hanno trafitto Diego Lopez in soli 180 minuti; giusto considerare in ogni caso che i 6 punti ottenuti fino a qui sono arrivati contro avversari di buon livello e che, per esempio, contro gli emiliani la scorsa stagione il Milan perse sia all'andata che al ritorno.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Milan

Di seguito la probabile formazione rossonera:

Milan (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Rami, Zapata, Abate; Muntari, De Jong, Poli; Bonaventura, Menez, Honda.

Qui Juve - Nonostante le critiche e i sospetti che ad inizio stagione aleggiavano sulla figura di Massimiliano Allegri, la squadra del tecnico livornese in 3 partite ufficiali (2 in campionato e una di Champions) ha raccolto la bellezza di 9 punti, andando a segno 5 volte e non subendo nemmeno una rete: insomma, la Juventus ha ripreso da dove aveva terminato, e la differenza con la precedente gestione-Conte, almeno fino ad ora, non si è vista.

Pubblicità

Gli unici problemi in casa bianconera riguardano la lunga lista di infortunati e indisponibili: per la gara di sabato sera Allegri ha comunque buone possibilità di convocare sia Barzagli che Vidal, ma entrambi dovrebbero partire dalla panchina; ancora out Pirlo, rientra al 100% Morata (l'abbiamo visto per due mini-spezzoni di gara contro Udinese e Malmoe), e non è detto che lo spagnolo non possa partire dal primo minuto. Ecco la probabile formazione dei bianconeri:

Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichsteiner, Pereyra, Marchisio, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente.

Pronostico e statistiche - Per quanto riguarda i precedenti in Serie A, nei 3 anni sotto la guida tecnica di Conte la Juventus ha sempre vinto contro il Milan tra le mura amiche (2-0 nel 2011/12, 1-0 nel 2012/13, 3-2 nel 2013/14), mentre a San Siro ha raccolto un pareggio (1-1 nel 2011/12, la partita del famoso gol annullato a Muntari), una sconfitta (1-0 nel 2012/13) e una vittoria (0-2 nel 2013/14).

La doppia sfida di Coppa Italia della stagione 2011/2012 invece si concluse con una vittoria dei bianconeri in trasferta nella gara d'andata (1-2), e con un pareggio per 2-2 nel ritorno a Torino (finì 1-2 in favore del Milan nei tempi regolamentari, poi nei supplementari Vucinic siglò il definitivo 2-2).

Pubblicità

I bookmakers non sembrano tenere conto del buon avvio del Milan, o meglio, pensano che la Juventus sia comunque favorita vista la differenza di valori in campo (segno 1 quotato 3,40, X 3,20 e 2 a 2,20): sicuramente il valore tecnico è un fattore da tenere in considerazione, ma non dimentichiamo che la squadra bianconera ha 90 minuti in più sulle gambe e gioca in trasferta contro una squadra motivatissima; si tratta di una classica "tripla", noi consigliamo di puntare sull'over 2.5 a 2,00.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto