La pesante sconfitta subita in casa contro il Cagliari (1-4), ha surriscaldato l'ambiente interista, i tifosi sono su tutte le furie e Walter Mazzarri in sala stampa si assume tutta la responsabilità della crisi neroazzurra. Alla fine della partita il presidente Thohir è sceso negli spogliatoi insieme a Fassone per verificare di persona quanto successo all'interno della squadra e quali sono i motivi di questa disastrosa prova dell'Inter. Il colloquio con gli addetti ai lavori è durato più di due ore, poi il magnate indonesiano ha lasciato lo stadio.

Il Direttore Tecnico Piero Ausilio, ha dichiarato che non è facile giocare ogni tre giorni, ma se una squadra vuole diventare grande, deve sicuramente essere più umile e cattiva.

La società non ha alcuna intenzione di attaccare direttamente il tecnico, ma pretende una maggior senso di responsabilità da parte di tutti che sono apparsi molli, svuotati e senza idee. Ausilio ha inoltre rincarato la dose a difesa del tecnico: 'Se prendi quei gol, non è un problema tattico', di diverso parere sono invece i tifosi dell'Inter che su Twitter chiedono unitamente la testa dell'allenatore con un hasthag #Mazzarrivattene che ha letteralmente spopolato.

Nella conferenza stampa, le parole di Mazzarri sono state abbastanza chiare a tutti in quanto si è assunto la completa responsabilità della sconfitta e della mancanza di idee da parte della squadra, ma un labiale riportato dal Corriere dello Sport, si legge chiaramente che il tecnico accusa i giocatori: 'Squadra senza palle', che è il perfetto contrario di quanto precedentemente dichiarato alla stampa poco prima.

I migliori video del giorno

Questa stagione, doveva essere quella del riscatto per la società nerazzurra, ma da quello che si è potuto vedere sino ad ora sicuramente non lo sarà, prendere quattro gol in casa con tutto il rispetto per il Cagliari e il lavoro di Zeman, per l'Inter non è una cosa normale, l'ultimo tracollo simile registrato in campionato, risale al 1960 in un derby vinto dal Milan per 5 a 3, ma forse questa sconfitta risulta ancora più bruciante, considerando che nel tabellino della partita c'è anche un rigore sbagliato dal Cagliari che poteva portare a 5 i gol al passivo per i nerazzurri.