Sono ore frenetiche per quanto riguarda il giovanissimo portiere della Reggina Daniel Leone, che sta facendo davvero impaurire il club calabrese. Infatti, il portierone, uno dei più promettenti nel panorama calcistico italiano, è stato ricoverato d'urgenza, appresa una notizia davvero sconvolgente nella giornata di ieri con la collaborazione del dottor. Pasquale Favasulli. Scopriamo insieme la tragedia che sta vivendo il giovane insieme alla sua famiglia:

Daniel Leone, la diagnosi shock: siamo tutti con te

Daniel Leone nei giorni passati aveva avvertito intensi dolori soprattutto al cranio, ma comunque questo a primo impatto non ha destato alcun sospetto tra i medici della Reggina Calcio.

Ma, a seguito di altri dolori, il dottor Favasulli sopra citato ha voluto approfondire la questione, rivelando quello a cui Daniel stava andando incontro: è stato operato d'urgenza per l'insorgere di un tumore al cervello.

Appresa la notizia, il mister della Reggina Calcio, Francesco Cozza, ha deciso di non far allenare la squadra questa mattina, con l'intento di recarsi insieme alla squadra nell'ospedale in cui è ricoverato Daniel Leone, al fine di supportarlo il più possibile, senza fargli sentire troppo la mancanza dei compagni.

Il secondo portiere della squadra reggina doveva presenziare nella lista dei convocati per la partita contro la Lupa Roma, ma, a causa di questo incredibile e soprattutto inaspettato tumore non potrà essere convocato, e verrà rimpiazzato da Palumbo. 

Ma, ora, non ha importanza chi rimpiazzi Daniel Leone, l'importante è che la Reggina Calcio, nella partita contro la squadra romana che si disputerà al Granillo, giochi la partita della vita, proprio in allusione alla situazione in cui il portiere ventunenne è, suo malgrado.

I migliori video del giorno

Non ci resta quindi che mandare un grosso in bocca al lupo a Daniel, nella speranza che il calcio non perda un altro dei suoi promettentissimi "figli" e che il portiere possa continuare a fare quello per cui è nato. Vai Daniel, ora è il momento di fare il "Leone"