Sicuramente, quando vi recate in palestra per il vostro allenamento giornaliero, i comportamenti di alcuni dei frequentatori vi fanno arrabbiare: c'è chi urla per eseguire l'ultima ripetizione dell'ultima serie, chi invece di allenarsi cerca di ottenere un appuntamento e anche chi usa il cellulare al posto di allenarsi. In tutte le palestre d'Italia ci sono queste situazioni, ma vi siete mai chiesti, su scala nazionale, quali sono i comportamenti che più fanno arrabbiare gli italiani quando sono in palestra? Myprotein, noto ecommerce specializzato nella vendita di prodotti nell'ambito del bodybuilding e non solo, ha lanciato un sondaggio via social, durato circa 2 mesi.

Questo sondaggio ha ricevuto oltre novemila risposte, un campione significativo che può far capire il pensiero dell'Italia in merito a questo argomento.

Non lasciate gli attrezzi in giro, metterli al loro posto fa parte dell'allenamento

Il frequentatore di palestra più odiato e detestato è colui che lascia gli attrezzi in giro senza riporgerli negli appositi spazi. Questa opzione è stata scelta dal 19% dei partecipanti al sondaggio, che reputano non solo fastidioso ma anche pericoloso tale comportamento, in quanto si può inciampare e andare incontro a gravi infortuni.

Il 18% dei partecipanti invece odia le persone che si allenano senza asciugamano. Perché? Perché, a detta loro, lasciano gli attrezzi sporchi, bagnati e scivolosi, rendendo arduo l'espletamento dell'esercizio.

Infatti anche questo comportamento può essere pericoloso, in quanto, se l'impugnatura di manubri e bilancieri non è perfetta per via del sudore, questi possono scivolare dalle mani, cadere e provocare anche in questo caso infortuni assolutamente evitabili.

Chi non usa il deodorante invece è odiato dall'11% dei partecipanti al sondaggio, in quanto il cattivo odore può disturbare l'allenamento altrui e di conseguenza renderlo meno produttivo.

Ogni città risponde in modo diverso

Ma Myprotein non si è limitato a riportare i dati su scala nazionale: infatti, ha raggruppato le risposte in base alla città in cui si frequenta la palestra. Di conseguenza, troveremo delle opinioni discordanti (più o meno a seconda delle città) che ci informano della diversità di pensiero tra le diverse zone d'Italia.

Per esempio, a Roma e a Milano, in accordo con la statistica nazionale, la persona più odiata è quella che lascia in giro gli attrezzi ma stessa cosa non si può dire a Torino e a Palermo, dove il frequentatore più odiato è chi si aggira per la palestra senza asciugamano.

A Napoli invece odiano chi urla e parla ad alta voce durante il suo allenamento, chi non ha un asciugamano e chi si reca in palestra solo per ottenere un appuntamento serale.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!