Torna alla vittoria la compagine bianco-azzurra, dopo le ultime due deludenti uscite stagionali. Vittoria ottenuta sul Due Torri grazie ad un rigore trasformato da Arena Nicola. Tre punti come l'oro per ottenere anzitempo la salvezza matematica.

Primo tempo Molto sottotono. L'Akragas soffre il pressing alto della squadra messinese e complici un paio di uscite da thriller del portierino Lo Monaco, la squadra locale ha rischiato di finire sotto più volte. La squadra bianco-azzurra, sebbene vi siano state durante la settimana delle aspre polemiche con un noto giornalista agrigentino, risulta ancora priva di mordente ma soprattutto priva di schemi di gioco.

Va a segno sul finire del primo tempo con un rigore trasformato da Arena, grazie ad una incursione dello stesso dalla sinistra. L'Akragas va a segno per merito di un individualismo non certo per il dialogo corale della squadra.

Secondo tempo Floscio con finale brioso. L'Akragas scende in campo, ma rimane con la testa negli spogliatoi. Primi 15' di gioco un disastro dietro l'altro, che solo grazie ai due centrali Astarita e Vindigni non si trasforma in una beffa. Parziale sottotono fino al 22' quando la squadra locale sembra cambiare marcia. Infatti con l'entrata in campo di Bonaffini, vengono fuori quelle geometrie che il pubblico di casa vorrebbe vedere ogni domenica; ed è solo un caso, dovuto alla sfortuna, se lo stesso non timbra il cartellino con un gran tiro finito di poco fuori.

I migliori video del giorno

Con Bonaffini in campo tutto sembra più facile. Non si capisce il mistero per cui debba partire dalla panchina. La partita si conclude con uno scarso 1 a 0; tuttavia, sebbene la seconda parte del secondo tempo sia stata altamente briosa, il risultato sembra veramente eccessivo per tutto quello visto in campo.

Le Pagelle dell'Akragas

Lo Monaco: ancora molto acerbo, complici due uscite da thriller. Non merita la sufficienza. Voto 5.

De Rossi: si vede che sta poco bene, non è lo stesso dello scorso anno. Voto 5,5

Dentice: instancabile sulla fascia, gli avversari non riescono a tenerlo fermo. Voto 6,5

Risolo: deludente, non crea e non si capisce come faccia a stare in campo al posto di Aprile. Voto 4. - dal 22' Bonaffini, crea geometrie in centrocampo, non si capisce perché debba partire dalla panchina. Voto 8,5 - Il migliore in campo -

Vindigni: corre e blocca tutto, non per niente è soprannominato " The Wall". Voto 6,5. - dal 35' Chiavaro. Sfiora il gol. Voto 6.

Astarita: è un player d'altra categoria.

Si muove bene. Voto 6,5

Catania: è troppo altruista. Potrebbe tirare di più. Si muove bene e lotta su ogni palla. Voto 7,5

Baiocco: è un grande lottatore in centrocampo, ma non riesce a creare azioni da gol perchè spesso viene preso di mira dagli avversari con falli assurdi non sanzionati. Ha una gran pazienza perchè non reagisce mai alle provocazioni. Voto 6,5

Meloni: inconcludente. Dovrebbe lamentarsi di meno in campo e lottare di più. Non da profondità alle azioni. Voto 5 - dal 22' Tresor Dezai: a differenza di Meloni dà profondità ma non è fortunato, Voto 6, mezzo punto in meno per l'ammonizione a causa di un fallo inesistente.

Arena Nicola: non è lo stesso dello scorso anno, ed è lontano dalle prestazioni delle amichevoli estive. Arriva alla sufficienza solo per il gol. Si deve dare una svegliata.Voto 6

Savanarola: lotta su ogni pallone, ogni tanto sbaglia, ma recupera subito gli errori commessi. Voto 6,5