Annuncio
Annuncio

La diretta tv del match Italia-Croazia di oggi 16 novembre 2014 andrà in onda con orario 20:45 su Rai Uno o, in alternativa, in streaming su www.Rai.Tv con la relativa applicazione gratuita.



Dopo tanta preoccupazione a causa del forte maltempo che si è abbattuto in questi giorni su Lombardia e Liguria la gara dovrebbe essere disputata e vista in tv o in streaming anche se il CT croato Kovak si era affrettato a chiedere un rinvio anche nel forte timore di infortuni dei suoi uomini.



Probabili formazioni (con riserve) dell'atteso match

Italia:

Buffon; Darmian, Ranocchia, Chiellini; De Sciglio, Candreva, De Rossi, Marchisio, Pasqual; Zaza, Immobile.

Riserve: Perin, Sirigu, Moretti, Rugani, Bertolacci, Bonaventura, Parolo, Cerci, Giovinco, Pellè. Mister: Conte



Croazia:

Subasic; Srna, Corluka, Lovren, Vrsalijko; Rakitic, Modric; Perisic, Kovacic, Olic; Mandzukic.

Panchina: Kalinic, Vargic, Vida, Milic, Jevdaj, Leovac, Halilovic, Pranjic, Badelj, Brozovic, Antolic, Cop, Kramaric. Mister: Kovak



Dopo tanta acqua il Meteo sembra finalmente rassicurante: si dovrebbe vedere addirittura un po' di sole ma a questo punto la fondamentale gara del girone di qualificazione a Euro 2016 sarà giocata in condizioni davvero problematiche per una squadra tecnica come la nostra, che nelle ultime ore ha accusato anche il forfait di Ogbonna e Balotelli. la Croazia è storicamente un brutto cliente per noi e per domarla servirà quindi la migliore Italia. Conte ha fatto capire di temere molto l'avversario e tutto sommato stando così le cose forse un rinvio poteva essere positivo per noi. Se dovesse piovere molto durante lo svolgimento della partita il rischio che Italia-Croazia possa risolversi in uno scialbo 0-0 c'è e sarebbe un guaio per la classifica. Anche i croati sono infatti a punteggio pieno. Antonio Conte non può far altro che affidarsi al gruppo che fino ad oggi gli ha portato tre vittorie in altrettante partite ma le convocazioni di uomini in crisi nei rispettivi club come Cerci e Balotelli la dice lunga sui molti dubbi dell'allenatore, che sembra ancora alla ricerca della migliore formazione, specie dopo la modesta prova fornita a Malta dove si è vinto con fatica.