Era il 16 luglio 2014. I tifosi della Juve ricevono la notizia dell'ingaggio di Massimiliano Allegri al posto del dimissionario Conte che aveva deciso di lasciare la Juve tra lo stupore generale. I supporter bianconeri accoglievano il nuovo tecnico con cori ingiuriosi e offensivi rivolti a lui e alla società, ritenuta colpevole di non aver assecondato le scelte del tanto amato Conte.

12 settembre 2014. È il giorno dell'esordio ufficiale di Allegri allo Juventus Stadium colmo di tifosi ancora nostalgici del neo commissario tecnico italiano. Lo speaker decide di annunciare le formazioni per intero per coprire i fischi con cui i tifosi hanno accolto l'annuncio del tecnico Allegri.

Il tecnico livornese decide di non stravolgere la Juventus e continua ad utilizzare il 3-5-2 del suo predecessore, cambiando però l'atteggiamento tattico della squadra. I risultati iniziali sono ottimi e il pubblico inizia ad apprezzare le scelte dell'ex rossonero.

9 novembre 2014. I tifosi della Juve celebrano i 40 anni di Alex Del Piero e accolgono con entusiasmo l'inizio dell'era Allegri. Il toscano decide di cambiare modulo e sostituisce l'ormai spremuto 3-5-2 con un modulo che prevede la tanto desiderata difesa a 4. Dopo la bella vittoria in Champions League contro i greci dell'Olympiacos, Allegri ripropone lo schieramento difensivo a 4 anche contro il Parma che viene annientato per 7-0.

I tifosi apprezzano il coraggio e l'intelligenza con cui Allegri ha deciso di arrivare a questo cambio modulo che ha già dato ottimi risultati e anche risposte incoraggianti per il futuro in campionato e soprattutto in Europa.

I migliori video del giorno

I sostenitori speravano da tempo in questo cambio tattico, ma in pochi pensavano che i risultati potessero essere così immediati e positivi. E così, adesso, sono tantissimi i sostenitori che esaltano Allegri: Conte sembra soltanto un lontano ricordo, soprattutto adesso che il leccese ha deciso di passare dalla parte del "nemico" Figc che nel 2006 revocò in fretta e furia gli scudetti di Calciopoli e che aveva squalificato lo stesso Conte per lo scandalo del calcioscommesse. Allegri vs. Conte, una battaglia che continuerà ancora per molto tempo e che all'inizio sembrava impari: adesso il risultato di questa sfida può avere un vincitore a sorpresa...