Miroslav Klose allenatore: questa è l'ultima bizzarra idea del presidente dei biancocelesti Claudio Lotito. Infatti, da alcuni giorni, il presidente laziale e Igli Tare stanno visionando molto attentamente "l'operato" del tedesco che, con le sue massime preziose sta dando una grossa mano alla squadra, lasciando perdere la sconfitta esterna contro l'Empoli nell'ultima giornata di campionato. Resosi conto forse che la sua carriera da giocatore sta giungendo al capolinea, dopo aver vinto tutto ciò che c'era da vincere, il bomber tedesco sembra che si stia facendo da parte per lasciare spazio ad un Filip Djordjevic in forma smagliante. Quindi, nel futuro della Lazio può esserci un Klose allenatore, per due motivi principali:

Klose allenatore, i segnali che possono portare il tedesco sulla panchina laziale

Come ricorderete anche voi, Miroslav, in un'intervista al giornale tedesco Sport Bild, riportata dal Corriere dello Sport, ha espresso la sua volontà di continuare ad occuparsi di calcio anche negli anni a venire, ma non come dirigente o osservatore, bensì come allenatore.

Oltre a questo, è chiaro a tutti che a Claudio Lotito soprattutto, ma anche a Igli Tare, piace molto il modo in cui il bomber di origine polacche si pone, mostrandosi pacato e determinato allo stesso tempo. Infatti, il Klose allenatore è emerso anche in queste ultime giornate di Serie A, nelle quali l'attaccante trentaseienne ha messo a disposizione di mister Pioli tutta la sua esperienza in campo europeo, risollevando così il morale dei giocatori e ritrovando punti importanti in ottica Europa League

Miroslav ha il contratto in scadenza nel duemilasedici, quindi in questi due anni può cominciare ad aiutare l'attuale allenatore della Lazio Pioli per poi "rubargli il posto" dopo qualche tempo. Ovviamente, solo perchè è stato un grande calciatore, dal notevole fiuto del goal, ciò non vuol dire che debba necessariamente essere un eccellente allenatore, ma comunque ha le caratteristiche per eventualmente essere un ottimo tecnico.