Annuncio
Annuncio

La 16^ giornata di Liga, l'ultima del 2014, laurea il Real Madrid campione d'inverno. I Galacticos con 39 punti in classifica e una partita da recuperare per via della partecipazione al mondiale per club (il match con il Siviglia si giocherà il 4 febbraio 2015 alle ore 19) chiudono cosi un anno magico, depositando in bacheca ben quattro titoli, un record senza precedenti per la storia dei castigliani. Un punto in meno invece per il Barcellona. I blaugrana a valanga su Cordoba, raggiungono quota 38 punti con doppietta di Messi. La Pulce centra il suo 15' goal in questa stagione, 25 invece appartengono al record-man Cristiano Ronaldo. Ad accompagnare Messi, ci sono state anche le marcatura di Pedro, Suarez e Piquè.

L'Atletico Madrid di Simeone dopo il momentaneo goal di Rico M. dell'Atletico Bilbao, rimonta prima con Griezmann, che firma una tripletta, e poi con Garcia. I cholchoneros si portano a 35 punti e sono ancora in corsa per il titolo insieme al Barca di Luis Enrique.Vittoria invece per il Valencia che 'di misura' si porta in zona Champions League. Il Villareal si impone sul Deportivo la Coruna per tre reti a zero e riesce ad agganciare il quinto posto, conteso dalla rivale Siviglia che ha una partita da recuperare con il Real Madrid. Discorso salvatiòn. Granada pareggiando in casa con il Getafe si piazza nella terzultima posizione. Titoli di coda per Elche e Còrdoba.

La ripresa

Il 3 Gennaio 2015 la Liga spagnola riapre i battenti. Match subito decisivo nelle zone basse della classifica. Tra Cordoba e Granada c'è in palio la salvezza. Si prefigura un affollato pellegrinaggio al santuario di Compostela da parte dei i due tecnici Dukic e Caparros. Insidia per il Real che sarà ospite a Valencia. Occasione per il Barca che contro il Real Sociendad potrebbe allungare, approfittando di un passo falso dei madridisti. L'Atletico, galvanizzato dall'ultima vittoria del 2014 non vuole smettere di sognare e medita l'en-plein con il Levante.

L'eroe Griezmann

Assente Mandzukic, presente Griezmann. La tripletta la firma il francese. Il ragazzo classe 91 porta l'Atletico a - 3 dal Barca e - 4 dal Real. Simeone si affida al fresco capitale umano, e come dargli torto. L'ex Real Sociendad prima con un colpo di testa, poi con uno stop elegante, antipasto del raddoppio con un tiro centrale all'angolino e infine con un facile tocco, dentro porta, si prende il primato di giornata superando la Pulce, arterfice di una doppietta.