Torna ad imporsi in Europa il calcio italiano che piazza, a sorpresa, l'en plein nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, portando Fiorentina, Inter, Napoli, Torino e Roma agli ottavi di finale della competizione. Grande impresa di Torino e Roma in trasferta, vittoria schiacciante della Fiorentina al Franchi, vittoria sofferta dell'Inter a San Siro, vittoria in scioltezza dopo l'andata per il Napoli in casa, per il grande capolavoro delle 5 sorelle d'Italia che volano agli ottavi di Europa League.

Dopo il pareggio dell'andata, a Londra, la Fiorentina impone al Tottenham la sconfitta per 2 a 0, al Franchi, e si qualifica per gli ottavi di finale grazie ad uno scatenato Mario Gomez; il bomber tedesco protagonista in apertura con la rete in contropiede del vantaggio e poi con l'assist di tacco per Salah, che realizza il 2 a 0 e chiude i conti qualificazione nel finale.

Partita di sofferenza per l'Inter che partiva dal 3 a 3 di Glasgow, subendo in apertura le avanzate degli scozzesi e, nel finale, trovando il gol di Guarin che porta i nerazzurri alla vittoria 1 a 0 contro il Celtic e alla qualificazione agli ottavi; la svolta della partita arriva al 37' quando il Celtic rimane in 10 per l'espulsione di Van Dijk e l'Inter, finora salvata da un grande Carrizo, può alzare il baricentro e controllare la partita, fino all'88' quando Guarin con un siluro da fuori area regala vittoria e qualificazione agli uomini di Mancini. Vince senza difficoltà il Napoli di Benitez che al San Paolo supera 1 a 0 i turchi del Trabzonspor e, grazie al 4 a 0 dell'andata, centra la qualificazione agli ottavi di finale; partita dominata dalla squadra napoletana che centra la vittoria grazie alla rete di De Guzman.

Impresa storica per il Torino che batte, al San Mamés, l'Athletic Bilbao per 3 a 2, prima italiana a riuscirci, e centra la qualificazione agli ottavi di finale; dopo il pareggio dell'andata gli uomini di Ventura erano chiamati all'impresa e, grazie al cuore granata, sono riusciti nel capolavoro centrando una vittoria storica che porta le firme di Quagliarella su rigore, Maxi Lopez e Darmian.

Esce vittoriosa dall'inferno di Rotterdam la Roma che batte 2 a 1 il Feyenoord e centra la qualificazione agli ottavi di finale; partita difficile e resa pericolosa dal clima olandese, che vede gli uomini di Garcia non brillantissimi, ma capaci di centrare l'obiettivo qualificazione, dopo la sospensione dell'arbitro causa disordini, grazie alle reti di Lijaic nel primo tempo e di Gervinho nella ripresa, in mezzo la rete del momentaneo pareggio di Manu.