L'acquisto a parametro zero da parte della dirigenza bianconera dell'ex Real Madrid Sami Khedira era subordinato al superamento delle visite mediche, che destavano particolari preoccupazioni per i precedenti infortuni al ginocchio del giocatore. Ormai sciolta questa particolare riserva, il tedesco sarà il nuovo centrocampista della Juventus.



Nel frattempo, in giornata l'argentino Dybala giunto a Torino si appresta a firmare il contratto che lo legherà ai bianconeri per le prossime cinque stagioni. La giovane promessa, che completerà l'ultima stagione a Palermo, ha già dimostrato con la maglia rosanero di valere il prezzo del cartellino, e andrà a rafforzare il reparto offensivo della Juve, già collaudato, che può contare su Tevez, Morata, Coman e Llorente.

L'ex madrileno si inserirà anch'esso in un reparto già di altissimo livello formato da Pirlo, Marchisio, Vidal e Pogba. Il reparto difensivo juventino, già al completo ed il meno perforato degli ultimi 4 anni in campionato, è composto dai Nazionali Bonucci, Chiellini ,Barzagli, e del francese Evrà, rappresenta una vera e propria garanzia.

Le doppia mossa di Calciomercato, Khedira-Dybala sembra proprio aggiungere due tasselli di qualità ad una rosa che può diventare ultra-competitiva, sia in campionato che per riconfermarsi l'anno prossimo in Champions League, dove alcuni ancora sostengono che il gap con i top club europei sia di ampio margine.

Questa formazione però, facendo le dovute proporzioni, per i risultati raggiunti e per il blasone, si potrebbe paragonare a quella della stagione 2005/2006 allenata da Fabio Capello.

Una Juventus che vantava una rosa di altissimo livello costellata da tanti top players e campioni affermati. Allora scendevano in campo, oltre al già da allora consolidato Buffon, considerato numero uno indiscusso tra i pali, in difesa dei mostri sacri come Cannavaro vincitore poi in quell'anno del Pallone d'oro, Zambrotta e Thuram, finalisti del Mondiale di quell'anno vinto proprio dagli azzurri, insieme a Zebina.

A centrocampo con un altro Pallone d'oro Pavel Nedved, Patrick Viera, il brasiliano Emerson, Camoranesi, e infine in attacco il genio di Ibrahimovic e Trezeguet affiancati dal capitano Del Piero.

Il paragone tra le due formazioni, adesso più che mai da allora, sembra poter reggere.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Real Madrid
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!