L'Argentina che non ti aspetti all'esordio in Coppa America 2015 contro il mediocre Paraguay, guidato dal carismatico Ramon Diaz, vecchia conoscenza del nostro calcio degli anni '80. La gara, che vedeva l'Albiceleste netta favorita, ha avuto un andamento rocambolesco, con Messi e soci avanti di due reti nella prima frazione, capaci di divorare molte palle gol, di regalare il 2-1 ai rivali (errore di Romero), fino al definitivo 2-2 firmato Barrios all'89°.

E pensare che al 36°del primo tempo, col raddoppio di Leo Messi, la gara d'esordio di Coppa America sembrava in cassaforte. Invece uno schema su palla inattiva allo scadere ha punito oltre misura l'Argentina, ora attesa dal delicato confronto con l'Uruguay di Cavani. Ricordiamo che Messi non ha mai vinto la Coppa.

La gara è andata in onda in diretta su Gazzetta tv (canale 59). Il torneo si annuncia più incerto del previsto, anche considerando l'ottima figura della Giamaica, battuta di misura dall'Uruguay dopo aver buttato al vento una ghiotta occasione di andare in vantaggio.

Troppa grazia in avanti?

L'Argentina ha sviluppato una grande mole di gioco in avanti: ha fin troppi attaccanti di valore, da Messi a Tevez passando per Pastore e Higuain. Francamente il Paraguay non ha convinto, ma ha avuto fortuna e soprattutto il merito di restare nel match anche durante il monologo argentino a inizio ripresa, quando, sul risultato di 2-0, il colpo del k.o. sembrava imminente.

Più che di beffa si deve parlare di occasione sprecata, anche perché, sul 2-2, Tevez ha avuto sulla testa il pallone vincente a pochi passi dalla porta, riuscendo nel'impesa di mancare lo specchio. Un errore non da lui. Più volte nel corso della ripresa gli argentini avrebbero potuto chiudere i giochi, affondando come lama nel burro sulla fascia sinistra dove Di Maria ha fatto il bello e il cattivo tempo.

In almeno quattro occasioni Pastore, Messi e Aguero hanno mancato il terzo gol di un soffio. Su Pastore il portiere Silva ha fatto un prodigio volando ala sua destra su un potente tiro dell'ex palermitano ora al PSG.  Ora tocca al Brasile di Neymar che se la vedrà col Perù. Le prime tre gare di Coppa America 2015 hanno detto che il livello del gioco è davvero piacevole e forse al di sopra delle aspettative.

 Il tabellino completo di Argentina-Paraguay del 14 giugno 2015 

Argentina:

Romero; Roncaglia, Garay, Otamendi, Rojo; Banega (80° Biglia), Mascherano, Pastore (75° Tevez); Messi, Agüero (75° Higuaín), Di Maria



A disp.: Andújar, Guzmán, Casco, Demichelis, Gago, Lamela, Lavezzi, Pereyra, Zabaleta



Paraguay:


Silva; Caceres, Da Silva, P. Aguilar, Samudio; Ortigoza, V. Cáceres, Ortiz (45° Gonzalez), Bobadilla (67° Benitez); Valdez, Santa Cruz (79° Barrios)



A disp.: Aguilar, Aranda, Balbuena, Martínez, Molinas, Piris, O. Romero, B. Valdez



Ha diretto l'incontro: Roldan (Colombia) senza particolari problemi.



Marcatori: 28°Aguero, 36° Messi su penalty, 60° Valdez (Par), 89° Barrios (Par).







Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto