Il Milan ha sistemato due tasselli fondamentali: il primo riguardava l'ingresso in società di Mr. Bee. L'imprenditore asiatico, nonostante abbia tentato fino all'ultimo di prendere pieno possesso del Milan, si è accontentato del 48%. Tuttavia, in molti credono si tratti di un primo passo verso il controllo completo del club, operazione che dovrebbe concludersi nel giro di un paio d'anni. L'altro tassello riguardava la guida tecnica: la squadra, come ormai noto, è stata affidata a Mihajlovic, grintoso allenatore con un passato all'Inter.

Adesso è tempo di parlare di mercato. L'ingresso di Mr. Bee ha portato una boccata d'ossigeno consistente alle casse del Milan. Parte di essi sarà destinato alla realizzazione dello stadio ma, ovviamente, bisogna costruire una squadra competitiva fin dalla prossima stagione. Il quotidiano"Repubblica" riporta che il Milan potrà disporre di un budget da 120 milioni, cifra più che sufficiente se affidata nelle mani giuste, insomma, il tema è sempre lo stesso: non basta spendere, bisogna spendere bene.

Mihajlovic è intenzionato a portare con sé almeno un paio di elementi della Sampdoria. Oltre a Soriano, l'allenatore serbo vorrebbe avere in squadra Pedro Obiang, in procinto di passare al West Ham. Il calciatore ancora non ha firmato con la squadra inglese e quindi un tentativo può essere fatto. Altro nome della Sampdoria che potrebbe indossare la maglia del Milan è Eder. L'attaccante ha vissuto la sua stagione migliore proprio agli ordini di Mihajlovic, grazie al quale ha conquistato anche la nazionale italiana.

C'è poi da tappare le paurose falle in difesa. Per farlo serve un difensore di primo livello. Secondo "Mundo Deportivo" l'obiettivo è Diego Godin (Atletico Madrid), abile nella marcatura e forte di testa. Il prezzo di Godin si aggira tra i 20 e i 25 milioni. Sulla destra è sempre caldo il nome di Dani Alves che è libero da vincoli contrattuali.

Il sogno del Milan resta Ibrahimovic

Ma il Milan continua a cercare un "calciatore immagine" da poter vendere sul mercato asiatico.

Il nome di Ibrahimovic è sempre di moda. L'ingaggio dello svedese - alla luce dei nuovi sviluppi societari - è un problema che potrebbe anche essere aggirato ma certe parole di Raiola lasciano pochi spiragli. Il PSG non sarebbe intenzionato a privarsi dell'attaccante.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!