Niang, Suso e Cerci non si muovono dal Milan, almeno secondo quanto dichiarato dalla dirigenza rossonera nelle ultime ore: tutti e tre faranno parte della rosa 2015/2016, anche se i dubbi sul loro impiego restano, eccome.

E' il nuovo modulo con cui giocherà il Milan il prossimo anno a far pensare che, almeno uno dei tre, possa fare le valigie prima della fine di agosto: Mihajlovic vede Suso come trequartista, Cerci come possibile seconda punta, Niang come potenziale centravanti.

Ancora più a 'rischio' Alessandro Matri e Simone Verdi: per loro una maglia da titolare o, tutt'al più nel turnover, resta un'utopia o quasi, considerando la concorrenza. Molto incerto anche il futuro di Jeremy Menez, autore di 16 dei 56 gol messi a segno lo scorso anno in campionato ed ampiamente capocannoniere del Milan: anche per lui il modulo di Inzaghi, in cui veniva impiegato come 'finto centravanti', sarebbe stata la soluzione migliore.

La sua permanenza in rossonero dipenderà, molto probabilmente, anche dall'arrivo di Zlatan Ibrahimovic. 

Milan, tournée in Cina: derby contro l'Inter e super sfida contro il Real Madrid

Stasera, intanto, anche Adriano Galliani volerà, insieme alla squadra rossonera, per la Cina. Il Milan, infatti, è atteso dalla tournée asiatica che lo vedrà sostenere due amichevoli di grande prestigio, prima contro l'Inter e poi contro il Real Madrid nella International Champions Cup. La presenza, al seguito della squadra, dell'Amministratore Delegato rossonero fa pensare che la situazione calciomercato Milan stia attraversando una fase di stallo, in attesa di ulteriori sviluppi nei primi giorni di agosto.

Per vedere se Ibrahimovic deciderà di interpretare il ruolo del 'figliuol prodigo', dovremo aspettare il ritorno del Milan dalla Cina, il prossimo 31 luglio: il giorno dopo, infatti, si disputerà la finale di Supercoppa di Francia tra il Paris Saint-Germain e il Lione. 

Calciomercato Milan: Ibrahimovic libero il 2 agosto?

Come vi abbiamo anticipato, ieri, i 'rumors' di calciomercato danno per concluso l'accordo tra Al Thani, lo sceicco proprietario del PSG e il fuoriclasse svedese per il suo addio da Parigi: il Milan, con tutta probabilità, conosce già la verità e non può far altro che attendere fiducioso.

Secondo Sportmediaset, infine, il Milan, prima di partire per la Cina, avrebbe alzato nuovamente l'offerta per Alessio Romagnoli: quella di base resta di 25 milioni, a cui ora se ne aggiungeranno 3 a titolo di bonus. Dopo i 20 milioni pagati per Bertolacci (e da molti giudicati troppi...) un'altra 'folle spesa' di Adriano Galliani o un investimento che verrà ripagato nel tempo?