Zero gol fatti e cinque subiti: con questo magro bottino torna dalla tournée asiatica l'Inter di Mancini; non propriamente il risultato che società e tifosi si aspettavano di ottenere.

Real Madrid troppo forte

A dir la verità, contro il Bayern Monaco qualche buon segnale i nerazzurri lo avevano lanciato, ma con Milan e Real Madrid le prestazioni non sono state all'altezza. Se nel derby il tecnico di Jesi aveva schierato le seconde scelte (fors'anche le terze), con i Blancos non sono arrivate notizie confortanti: squadra a lungo in balia dell'avversario e carente nelle idee, oltre che nelle gambe.

Pubblicità
Pubblicità

È così che Ronaldo e Bale s'inseriscono con troppa facilità tra le linee, mandando i difensori, mal sostenuti dal centrocampo, costantemente in difficoltà. È Jesé a realizzare l'unica marcatura della prima frazione. Splendido aggancio in area di rigore, con tanto di dribbling a rientrare, e palla alle spalle di un incolpevole Handanovic. Nella ripresa girandola di cambi, ma copione sempre identico: Real che spinge e 3-0 pesante, targato Varane e James Rodriguez, autore quest'ultimo di un pregevole calcio di punizione.

Tempo di riflessioni

Appare evidente che siano tanti gli aspetti tattici su cui lavorare, ma è qualcosa di preventivabile quando si cambia totalmente volto in una sola estate. Tuttavia, ci sono anche motivi per essere fiduciosi: innanzitutto l'ottima vena di Mateo Kovacic, che sembra poter definitivamente fare il salto di qualità. Impressionanti alcune sue discese palla al piede e tante buone verticalizzazioni; in seconda battuta gli attesi arrivi di Jovetic e Perisic, tanto voluti dall'allenatore e che, insieme a Miranda, potranno garantire maggiori soluzioni, oltre che invidiabile qualità.

Pubblicità

In attesa dei prossimi appuntamenti

Sicuramente saranno le prossime amichevoli che permetteranno di tastare, in maniera più attendibile, il polso dell'Inter del nuovo corso. Il Galatasaray il due agosto e l'Athletic Bilbao l'otto saggeranno la condizione nerazzurra, prima del classico trofeo tim con Sassuolo e ancora Milan.

Leggi tutto