Il presidente Carlo Tavecchio, intervenuto in diretta ad una trasmissione andata in onda sull'emittente "Gazzetta Tv", ha rilasciato alcune dichiarazioni sui recenti ricchi colpi di mercato di Inter e Milan, facendo infuriare le tifoserie delle due squadre milanesi. Secondo Tavecchio infatti le due squadre di Milano, con le copiose spese sostenute per migliorare la rosa, avrebbero fatto il passo più lungo della gamba, andando bel al di là di quelli che sono i limiti evidenti di bilancio delle squadre italiane.

"Sono un po' preoccupato - ha dichiarato Tavecchio a Gazzetta Tv - i bilanci di Inter e Milan non consentono questi investimenti". Il timore di Tavecchio sarebbe quello che gli sforamenti dei bilanci vengano ripianati con i fondi delle proprietà, secondo un meccanismo che il fair play finanziario condanna:."Spero che i presidenti di Inter e Milan, che sono uomini d'onore, rispetteranno i patti".

Il mercato di Milan e Inter

Non v'è dubbio che la speranza dei club milanesi di risalire la china, dopo le cocenti delusioni recenti, passi attraverso un piano di investimenti massiccio che apporti quantità e soprattutto tanta qualità alle loro squadre. In questo senso si inquadrano gli arrivi di Kondogbia, Miranda, Murillo da una parte e di Bacca e Luiz Adriano dall'altra. E crediamo che il mercato delle due squadre possa ancora offrire altri colpi da novanta per colmare il gap che separa Inter e Milan dalle grandi corazzate europee. Nelle ultime ore l'Inter avrebbe avvicinato l'ex attaccante viola, Salah, mentre Ibrahimovic sarebbe in procinto di tornare al Milan. Tavecchio ha poi concluso l'intervento su Gazzetta Tv parlando anche di Blatter, un personaggio che il presidente sostiene di avere combattuto: "Troppo comodo dire ora che Blatter non poteva stare al suo posto. Io l'ho detto prima". Il presidente della Federcalcio si è anche detto "allibito" sul fatto che a Zurigo non si sia parlato dei gravi fatti imputati all'ex presidente della Fifa, derubricando le indagini dell'Fbi a "un simpatico happening".
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto