Il trasferimento di Alessio Romagnoli al Milan per una cifra che si aggira intorno ai 25 milioni di euro non dev'essere stato preso benissimo da alcuni pseudo-tifosi della Roma, che nella giornata di giovedì 12 agosto hanno lasciato scritte di cattivo gusto di fronte alla casa di Anzio della famiglia del difensore. Chissà, forse si è considerato Alessio un traditore della maglia giallorossa, ma sta di fatto che nulla giustifica un atteggiamento di questo tipo da parte dei supporters.

Oltre alla scritta "Romagnoli laziale, presto il tuo funerale", ne è stata trovata un'altra che compara il giovane calciatore ad Alex Zanardi, il pilota al quale amputarono entrambe le gambe dopo un grave incidente in Formula Cart. Insomma, non c'è mai fine al peggio, ma il bello è che questi pseudo-tifosi se la prendono con un ragazzo che fino a questo momento non ha dimostrato altro che professionalità e carattere, sia in campo che fuori.

I possibili motivi delle minacce ad Alessio Romagnoli

Partiamo dal presupposto che dietro queste scritte vergognose apparse davanti alla casa dei genitori di Romagnoli ad Anzio, in provincia di Roma, ci potrebbe essere un movente abbastanza ridicolo. Nei giorni scorsi, infatti, il portodanzese classe '95 è stato fotografato con la maglia della Lazio e si pensa che abbia simpatie per gli odiati "cugini" dei giallorossi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan A.S. Roma

Non solo, perché lo stesso Romagnoli si sarebbe scattato una foto in compagnia di Damiano Er Faina, personaggio noto su Facebook per le sue riflessioni comiche su temi d'attualità e del mondo dello spettacolo, nonché grande tifoso laziale praticamente da sempre. Insomma, il movente non regge poiché minacciare di morte un ragazzo di appena vent'anni non è un qualcosa che fa onore a questi pseudo-tifosi, ma che, anzi, rovina inesorabilmente l'immagine dei nostri tifosi sia in Italia che nel resto del mondo.

Per ulteriori aggiornamenti sulla vicenda e su tutto il calcio che conta, vi invitiamo a premere il bottone "Segui"che potete facilmente trovare in alto a sinistra sopra la notizia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto