Paul Pogba sarà il nuovo numero dieci juventino, una scelta importante e che avrà più di un risvolto. A dare la notizia è stata la stessa società con un tweet: 

A partire dalla Supercoppa Tim la maglia numero 10 avrà un nuovo proprietario: Paul Pogba

Leader tecnico e carismatico

Questo importante evento arriva a sancire la ormai consolidata leadership carismatica e tecnica acquisita dal giovane francese. È una maglia di grande responsabilità, che indurrà il centrocampista ad un ruolo dalla centralità ancora maggiore rispetto alle ultime stagioni.

Pubblicità
Pubblicità

Con le partenze di guide naturali come Pirlo, Vidal e Tevez, l'ultimo in ordine di tempo dei grandi dieci della Vecchia Signora, starà giustamente proprio a Pogba raccoglierne l'eredità, date le sue enormi qualità, a detta di molti ancora non del tutto espresse.

Lettura in chiave mercato

L'assegnazione della dieci ha una seconda lettura altrettanto importante: toglie definitivamente dal mercato il giocatore curato da Raiola. Dopo un'estate e anche più di continui rincorrersi di voci che lo volevano adesso in Inghilterra ai due Manchester, ora in Francia al Paris Saint Germain e ora in Spagna, conteso dalle due grandi della Liga, arriva l'avvenimento che, di fatto, chiude le operazioni in uscita dei grandi nomi bianconeri. 

Il trequartista non arriva più?

Potrebbe essere lecito domandarsi che ne sarà del trequartista tanto voluto da Allegri ma che, sia per difficoltà dovute alle eccessive valutazioni fatte per i vari Draxler, Goetze e compagnia, sia per l'infortunio pesante di Khedira, sembrerebbe diventare una chimera lontana.

A chiarire i dubbi, però, sembra pensarci Andrea Agnelli, che pochi giorni fa dichiarava: "sul dieci dobbiamo scindere la questione. I numeri sulla schiena lasciano il tempo che trovano. Semmai sono importanti, i numeri, dal punto di vista commerciale: il 10 ha sempre fatto sognare, è la maglia che vogliono i bambini. È una maglia  che, però, deve trovare un giocatore con determinate caratteristiche, un fenomeno". Il fenomeno è Pogba ed è, quindi, anche una fondamentale strategia di marketing quella attuata dalla "Madama" per avere un'ulteriore entrata nelle casse societarie e che, tuttavia, non esclude l'arrivo di un giocatore, magari non già affermato, ma dalle grandi potenzialità. Draxler in questo caso sembra il profilo più indicato.

Pubblicità

La dieci che scotta

È pleonastico dire che la dieci è una maglia pesante: è stata la seconda pelle dei vari Sivori, Platini, Baggio, Del Piero e Tevez e ora starà a Pogba riuscire a dimostrarsi all'altezza dei suoi grandi predecessori e portare la sua Vecchia Signora ancora in alto, lì dove sta da quattro anni e dove vuole continuare ad essere.

Leggi tutto