Edin Dzeko è ufficialmente un giocatore della Roma. L'attaccante bosniaco indosserà la maglia numero 9. La formula dell'acquisto è il prestito a 4 milioni, con diritto di riscatto fissato ad 11 e altri 3 di bonus.

Bomber di razza

Il ventinovenne di Sarajevo ha deciso di intraprendere l'avventura italiana per tornare ad essere con continuità quel goleador che si è affermato al Wolfsburg e in nazionale, di cui peraltro è capitano, nonché miglior marcatore di tutti i tempi con 42 centri.

Comunque ha saputo mostrare il proprio valore anche in Premier League: sono state 72 le segnature in 189 presenze con i Citizens, con un massimo di 26 reti stagionali. Nell'immediato passato, tuttavia, ha fatto registrare un'importante flessione dato che ha timbratoil tabellino solo 6 volte nelle ultime 32 uscite. C'è da dire, però, che ormai i rapporti con Pellegrini non erano dei migliori e, sempre più spesso, veniva relegato in panchina.

Per questo l'avventura in giallorosso potrebbe rappresentare il riscatto per un giocatore che in carriera ha sempre saputo trovare la porta con naturale facilità.

La Roma adesso ci crede, ma serve ancora qualcosa

La Roma adesso può contare su un parco attaccanti di assoluto livello: al capitano Totti, al controverso Gervinho, a Iturbe sono stati affiancati giocatori di grande valore come Salah, Iago Falque, Dzeko appunto e, semmai, ora il problema sarà sfoltire ulteriormente il reparto avanzato, con Ljajic e Destro dati per sicuri partenti ma difficili da piazzare.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Calciomercato A.S. Roma

Il centrocampo è un sicuro punto di riferimento: i vari De Rossi, Nainggolan, Pjanic (che pure viene da una stagione sottotono, ma il cui valore non si discute), Keita, Strootman sono un baluardo sicuro per la squadra. Una rosa che, quindi, sembra pronta ad affrontare con qualità le tre competizioni, almeno dalla cintola in giù.

Tuttavia, qualcosa d'importante in difesa occorrerà farla, perché Maicon non è più un ragazzino, Florenzi si è adattato bene da terzino destro, ma non è il suo ruolo naturale ed il solo Manolas non può reggere tutto il reparto, a maggior ragione dopo le recenti partenze di Romagnoli e Yanga Mbiwa e l'incognita Castan.

È arrivato Digne, giovane prospetto che sarà da testare,consideratoche nel Psg non era un titolare fisso ed evidentemente servirà muoversi con efficacia per evitare di ritrovarsi con falle preoccupanti e la coperta corta durante una stagione molto lunga. Se la Roma riuscirà ad operare con la giusta efficacia anche nel pacchetto arretrato, allora davvero la Juventus dovrà guardarsi con preoccupazione alle spalle perché Garcia avrebbe tutte le armi per spezzare l'infinito dominio bianconero e riportare "la Lupa" sul tetto d'Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto