La decima giornata di campionato ha confermato il primo posto in classifica per l'As Roma, vittoriosa in maniera netta a discapito dei friulani dell'Udinese. Una vittoria importante per gli uomini di Rudi Garcia che saranno impegnati nel prossimo match di campionato contro i nerazzurri dell'Internazionale vittoriosi a loro volta contro il Bologna nonostante l'inferiorità numerica. Le due compagini sono separate da solo due punti, il che acuisce l'importanza di una gara storicamente importante.

Gli indisponibili di Rudi Garcia

Sgomberata la lista degli squalificati dopo aver depennato i nomi di De Rossi e dell'egiziano Salah, Rudi Garcia può sorridere anche guardando l'infermeria.

Infatti oltre agli assenti di lungo termine come Kevin Strooman (che potrebbe rientrare a metà gennaio) e Capradossi, la lista degli assenti è composta da nomi altisonanti ovvero il centrocampista maliano Seydou Keita e il figlio di Roma Francesco Totti. L'unica apprensioneè per Daniele De Rossi, che oggi non si è allenato, ma che dovrebbe comunque essere recuperato per la sfida di Milano.

La probabile formazione dell'AS Roma

Nel 4-3-3 che dovrebbe essere scelto dal tecnico transalpino come estremo difensore dovrebbe essere confermato il polaccoWojciech Szczęsnyche ha avuto un ottimo impatto con l'ambiente e con il campionato di Serie A.

A destra, se De Rossi ce la farà a recuperare, dovrebbe essere schierato il jolly Florenzi.

In caso contrario potrebbe avere un'altra occasione il redivivo Maicon con conseguente avanzamento del giocatore di Vitinia. I due centrali difensivi dovrebbero essereManolas e Rudiger confermati al centro di una difesa che sembra piano piano affiatarsi. La fascia sinistra sarà presidiata da Lucas Digne, il francese è uno dei fedelissimi di Rudi Garcia.

Al centro del campo Daniele De Rossi, con "il piccolo principe" Miralem Pjanic autore già di 5 reti in campionato e Radja Nainggolan a completare il settore nevralgico.

In avanti il bosniaco Edin Dzeko, a caccia del secondo centro stagionale, e gli esterni offensivi Salah e Gervinho passato da riserva di lusso a imprescindibile.