Belgio-Italia è una gara che si annuncia più importante del previsto, trattandosi di semplice amichevole in programma il 13 novembre 2015, in quanto i cosiddetti "diavoli rossi" negli ultimi tempi hanno fatto registrare progressi tecnico-tattici a dir poco sorprendenti, grazie a elementi di caratura internazionale come, per fare qualche nome, Fellaini, Hazard, Lukaku, Nainggolan. È in forte dubbio il "napoletano" Mertens per guai muscolari.

Si gioca nella suggestiva cornice dello stadio di Bruxelles, nel ricordo di un evento che ha lasciato ferite profonde nella memoria di tutti noi.

Stiamo parlando della partita Juventus-Liverpool dell'ormai lontano 1985. Quel giorno il "sistema calcio" visse ore drammatiche. L'impianto scelto per disputare una partita seguita in tutta Europa, come la finale di Coppa dei Campioni, si dimostrò inadeguato. Morirono 39 persone, giunte a Bruxelles per trascorrere qualche ora di svago seguendo le sorti della propria squadra del cuore. In segno di rispetto la maglia 39 della Nazionale belga è stata ritirata.

L'amichevole del 13 novembre 2015 serve, 30 anni dopo, a ricordare e riflettere su quanto accaduto, per evitare che possa ripetersi. L'Italia che sfiderà il Belgio sarà priva di Verratti e De Rossi. Balotelli non è stato convocato. Pirlo potrà tornare utile in futuro, magari nella fase finale dei Campionati d'Europa.

Ma vediamo di seguito quali elementi sono stati chiamati dal nostro CT per questa suggestiva sfida. A guardia dei pali avremo Buffon, Padelli (Torino), Perin (Genoa) o Sirigu (PSG). In difesa si sceglierà tra Acerbi del Sassuolo rivelazione, il milanista Antonelli, Astori (Fiorentina, ex Roma), il trio juventino Barzagli, Bonucci e Chiellini, Darmian (Manchester United), De Sciglio (Milan), De Silvestri (Samp).

A centrocampo i prescelti per questa amichevole prestigiosa sono Bonaventura (Milan), Candreva (Lazio), Cerci (Milan), Marchisio (Juventus), Montolivo (Milan), El Shaarawy (Monaco), lo straordinario Florenzi di quet'anno (Roma), il ritrovato Giaccherini (Bologna), Parolo (Lazio), Soriano (Sampdoria). In attacco Conte avvicenderà Gabbiadini (Napoli), Eder (Samp), l'ex Samp Okaka (Anderlecht), "l'inglese Pellé" (in forza al Southampton), l'estroso Zaza (Juve), il guizzante Cerci (Milan).

Come seguire Belgio-Italia

Potremo vedere Belgio-Italia del 13 novembre 2015 in diretta tv grazie a Rai 1. La diretta della partita sarà visibile anche in streaming tramite il portale web Rai. Avremo così la possibilità di entusiasmarci per le gesta sportive dei nostri beniamini e seguire l'evoluzione del progetto di Antonio Conte, un allenatore molto ambizioso che ha fatto benissimo alla Juventus sia come giocatore (ne era il capitano) sia come tecnico. Conte, allenatore molto ambizioso, punta in alto anche in Nazionale e vorrebbe quindi fare un exploit anche a Euro 2016. Ci potrà riuscire se troverà il giusto equilibrio a centrocampo, dove le alternative non mancano. C'è ad esempio da chiarire bene se una convivenza Pirlo-Verratti è possibile.

A questa squadra farebbe comodo anche il noto estro di Supermario Balotelli, in quanto darebbe quel tocco di imprevedibilità in più. Dipende tutto da lui, dalla sua voglia di mettersi in discussione. Dopo Belgio-Italia gli azzurri giocheranno un'altra amichevole, stavolta in casa. A Bologna arriverà la scorbutica Romania. Questa partita si giocherà il 17 novembre 2015.