E' un giorno storico per il club più antico di Italia: Giovanni Calabrò è pronto a fare il suo ingresso nel Genoa, con la firma depositata nelle scorse ore sulla lettera di intenti, inpiena sintoniacon ilpresidente del grifone, Enrico Preziosi. L'intesa era stata raggiunta nei giorni scorsi, nella giornata di ieri invece soltanto una telefonata, che di fatto ha spianato la strada verso la fumata bianca. Così, tramite un comunicato stampa, il patron dei rossoblu Preziosi ha reso noto chel'accordotra le parti è stato raggiunto.

Ecco il contenuto:"I contatti in corso tra la Calfin International s.a.

ed Enrico Preziosi stanno procedendo per il verso giusto, le parti hanno firmato una lettera di intenti che mostra i termini basilari dell'intesa fino a questo momento raggiunta e regolamenta gli obiettivi e gli accordi riguardanti l'intera operazione che mira ad un rafforzamento dell'intero gruppo Fingiochi. Avvieremo quanto prima le attività".

Preziosi-Calabrò, insieme per riportare il Genoa in alto

Enrico Preziosi resterà alla guida del club. Ve lo avevamo anticipato nei giorni scorsi, con Calabrò pronto ad entrare gradualmente in società. Il duo è già al lavoro per costruire insieme un Genoa ambizioso, che possa alzare l'asticella delle proprie ambizioni nel calcio italiano. L'accordo prevede appunto la permanenza di Preziosi che continuerà ad occuparsi del Calciomercato, mentre Calabrò punterà forte sull'aspetto commerciale.

Una trattativa cominciata in silenzio, a fari spenti. Il vertice decisivo è arrivato poche settimane dopo le consuete smentite di facciata. Giovanni Calabrò, ormai nuovo socio di Preziosi, è pronto ad investire 60 milioni di euro nel mondo del calcio. Cifre importanti per dare ossigeno alle casse del grifone ma che, soprattutto, consentiranno al Genoa vivere da protagonista le future sessioni di calciomercato.

Addio ai prestiti e alle scommesse, si punterà sugiocatori già affermati con cessioni eccellenti solo di fronte ad offerte davvero irrinunciabili.