La partita della vigilia di Natale. Il Cagliari espugna l’insidioso campo Arechi di Salerno e si ritrova a festeggiare il Natale col primato in classifica. Partita caratterizzata da ritmi alti e parecchio nervosismo nei padroni di casa soprattutto nel finale. La salernitana parte con un 3-5-2: Terracciano tra i pali, Empereur Trevisan Lanzaro  sono i tre centrali, a centrocampo Odjer Pestrin e Moro sulle fasce Rossi e Colombo  in attacco Gabionetta  e Coda. Gli ospiti, invece, si schierano con un 4-3-1-2: Storari in porta, in difesa da destra a sinistra Balzano Ceppitelli Salomon Barreca, a centrocampo i tre mediani sono Munari Di gennaro e Fossati, il trequartista Barella e le due punte Sau e Giannetti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Primo Tempo : la Salernitana parte bene ma è il Cagliari a passare

La partita inizia a ritmi alti con entrambe le squadre pronte a ribattere colpo su colpo, ma c’è anche grande frenesia e imprecisione dunque le occasioni da gol vere e proprie latitano.

La prima degna di nota ce l’ha il Cagliari sugli sviluppi di un corner è Munari che stacca di testa e impegna severamente Terracciano che sventa la minaccia.Al 24° minuto è la Salernitana a rendersi pericolosa con Coda che  si butta nello spazio e da posizione defilata impegna Storari con un bel tiro L’occasione da gol sarda precedentemente descritta è il preludio de gol al 29° minuto. Quando Barella ,innescato da Di Gennaro, porta palla fino al limite dell’area ,attira su di se un raddoppio e scarica su Giannetti che  da buona posizione infila nel sacco un bel diagonale sul palo più lontano. A questo punto ci si aspetta la reazione campana, ma non arriva, anzi è il Cagliari sempre attorno alla mezz’ ora che sfiora il raddoppio con una bella conclusione da fuori di  Di Gennaro  che, a portiere battuto ,sbatte sulla traversa e poi finisce fuori.

I migliori video del giorno

Finisce cosi il primo tempo uno a zero per gli ospiti.

Secondo tempo: il Cagliari amministra il vantaggio

Nella ripresa è il Cagliari a gestire il ritmo partita amministrando il vantaggio e cercando di tanto in tanto il raddoppio . Al 5° minuto del secondo tempo è Giannetti che cerca il raddoppio con un bel destro  da dentro l’area ma non trova la porta. Poi Fossati al decimo minuto ci prova con un tiro a giro ma Terracciano para facilmente a terra. Il pubblico vuole una reazione dei padroni di casa, il tecnico allora inserisce Donnarumma al posto di Trevisan e passa ad un 4-3-1-2 più offensivo. La reazione tanto agognata dal pubblico non si appalesa se non per un tentativo di Sciaudone ( entrato nella ripresa al posto di Moro) finito alto sopra la traversa.

Al trentanovesimo il Cagliari chiude i conti lancio in area per Cerri ( entrato a sostituire Sau) quest ultimo difende palla e serve il compagno Tello ( sostituto di Fossati) che di prima intenzione calcia verso l’angolino basso, Terracciano è battuto per la seconda volta.

Tello va ad esultare sotto i tifosi di casa provocandoli ,scatta la rissa in campo l’arbitro espelle Tello per la provocazione e per reazione Rossi e Sciaudone più Melchiorri che era in panchina per il Cagliari. Il risultato non cambierà più fino alla fine il Cagliari torna primo e festeggia il Natale da capolista in attesa del prossimo turmo, la Salernitana rimane invischiata sempre più nella lotta per non retrocedere