Il sorteggio per gli Europei che inizieranno il prossimo 10 giugno in Francia, ha visto l’Italia inserita nel gruppo Einsieme ai ragazzi terribili del Belgio, alla Svezia di sua maestà Zlatan Ibrahimovice ai sempre battaglieri Irlandesi. Alla cerimonia del sorteggio, diretta dal solitoGianni Infantino, hanno partecipato vari campioni del passato. La serata è iniziata con una clip di David Trezeguet della finale di Euro 2000, immagini che per tutti gli Italiani a 15 anni di distanza lasciano ancora una ferita aperta.

Il sorteggio “dei bomber” ha poi avuto inizio e ad estrarre i nomi dalle varie urne hanno partecipato grandi attaccanti che hanno vinto l’europeo negli anni passati: Bierhoff, Panenka, Charisteas, lo stesso Trezeguet.

Primi del ranking Fifa, probabilmente il Belgio più forte di sempre

Analizzando le squadre nel dettaglio, possiamo senz’altro notare che l’avversario più difficile è il Belgio di Marc Wilmots.

L’Italia inizierà il suo cammino a Euro 2016 proprio affrontando i “diavoli rossi” il 13 giugno a Lione. Dopo un periodo molto deludente, culminato con la prematura uscita ai gironi a France 98’, in Belgio hanno deciso di ripartire da zero con un progetto molto serio. Sono nate diverse accademie (le Topsports) che hanno come concetto base lo sviluppo della tecnica, così sin da piccoli i calciatori affrontano partite a ranghi ridotti per incrementare lo sviluppo di ogni fondamentale.

E' cosi nato unBelgiofortissimo in tutti i ruoli: ha uno dei migliori portieri al mondo Courtois, il capitano e pilastro difensivo è Kompany eavanti l’allenatore ha veramente l’imbarazzo della scelta. Da tenere d’occhio su tutti De Bruyne, Hazard, Fellaini, Lukaku. Li abbiamo affrontati all’Heysello scorso novembre e ci hanno battuto 3-1, ma come è abitudine l’Italia dà il meglio di sè nelle competizioni che contano, spesso tralasciando le amichevoli.

La Svezia è Ibra, L’Irlanda un gruppo che non molla mai

Le altre partite del girone saranno Italia - Svezia a Tolosa il 17 giugno e Italia - Irlanda a Lille il 22 giugno. Gliscandinavi hanno ottenuto il pass per gli europei ai playoff battendo i rivali storici danesi. La nazionale di Erik Hamrennon è fortissima tecnicamente, fa del 4-4-2 il suo credo tecnico e soprattutto ha nel suo capitano Zlatan Ibrahimovicuno dei giocatori più forti e carismatici dell’intera competizione.

Non è da sottovalutare inoltre il fatto che la Svezia è campione europeo U21 e quindi molti di quei calciatori transiteranno nella nazionale maggiore, come per esempio Hiljemark, che molto bene ha iniziato la stagione col Palermo. L’ultimo precedente con la Sveziaci ricorda il famoso “biscottone” di Euro 2004 dove un 2-2 scritto in partenza buttò fuori al primo l’Italia del Trap tra mille polemiche.

L’Irlanda invece ha battuto Bosnia di Dzeko e Pjanic nei spareggi con una doppietta di Walters, punta che milita in Premier League nello Stoke, all’Aviva stadium. Dimostrando la solita tenacia e una tifoseria caldissima che fa sempre da dodicesimo uomo in campo, gli Irlandesi amano trasformare ogni partita in un incontro rugbistico, affrontarli non è mai semplice perché compensano la mancanza di tecnica con una intensità continua per tutti i 90’, e il tecnico Martin O’neill è molto preparato. Il capitano è Robbie Keane che assieme a John O’Shea sono i trascinatori di questa squadra. Da tenere d’occhio anche Robbie Brady, giovane centrocampista proveniente dal vivaio del Manchester udt. In definitiva calcolando che si qualificano alla fase finale le migliori due di ogni girone, più le quattro migliori terze, in questo innovativo europeo a 24 squadre i ragazzi di Antonio Conte non dovrebbero avere difficoltà a passare il girone. Tuttavia come ci insegna il recente passato non bisogna sottovalutare nessuna squadra e non bisogna mai abbassare la concentrazione nei 90 minuti, i recenti flop mondiali ce lo insegnano

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto