Dopo la disastrosa stagione precedente, che ha visto allontanare ogni azienda della città o della provincia, con l'avvento di Natale Stracuzzi e soci l'Acr Messina ha intrapreso un nuovo corso. Il direttore generale Raffaele Manfredi ha iniziato una seria strategia di marketing volto a far evolvere il brand Acr Messina fuori dai confini cittadini. La società messinese non ha ancora uno sponsor ufficiale, ma sono diverse le aziende locali che stanno aiutando la società economicamente.

Il sponsor tecnico, i fornitori e i partner ufficiali

Lo sponsor tecnico della stagione 2015/2016 dell'Acr Messina è Givova. I fornitori ufficiali dell'Acr Messina sono: Agrifrutta snc, Arnold&Arnold, Autonet, Farmacia Pandolfo, Gruppo Lem, Ieen solution sviluppo sotware, Messina Audio Service, Pippo Caruso Srl, Procopioflex, Pulitalia, Sincromie, il Botteghino, Vivaio Piante di Franco Calatozzolo ed Explorer Informatica.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie C

Tra i fornitori figurano anche marchi importanti come Fontalba ed Euronics Gruppo La Via Lattea. I partner ufficiali sono invece: Minchia che Birra, Bisazza Gangi, Context Hotel&Resorts, Euroeditoriale srl, Offside, Millo Ceramiche, Pitbull energy drink, il ristorante- pizzeria Vulkania, Europa Palace Hotel, Autojonica e la Banca di Credito Peloritano Spa (quest'ultima ha rilasciato la fideiussione per l'iscrizione al campionato di Lega Pro).

Europa Palace Hotel è il luogo dove l'Acr Messina si ritira solitamente la sera prima delle partite casalinghe, mentre Autojonica prima dell'inizio della gara e durante l'intervallo mette in mostra sul terreno di gioco alcune delle sue auto. Tra i partner pure il marchio storico Caffè Barbera, che ha fatto da match-sponsor in occasione della gara casalinga con il Catania e che legherà il suo nome al Messina per tutto il campionato.

Lo sponsor ufficiale e le trattative con alcune cordate

Da quando il dg Manfredi ha assunto l'incarico si è attivato subito per contattare aziende che aiutassero economicamente l'Acr Messina. Come detto precedentemente hanno legato il loro nome al Messina aziende leader come Caffè Barbera, Euronics e Fontalba, ma attualmente il Messina non ha uno sponsor ufficiale che compaia sulle maglie della squadra di calcio.

I migliori video del giorno

Nelle scorse settimane il Presidente Natale Stracuzzi ha annunciato l'accordo con il "Gal Peloritani", azienda della provincia che promuove i prodotti tipici del territorio messinese. Il sostegno arriverebbe attraverso fondi europei (decine di migliaia di euro), ma l'accordo non è stato ancora perfezionato perché è necessario il via libera della Regione Siciliana, che al momento non è ancora arrivato. Intanto si registrano alcuni movimenti al fine di allargare l'assetto societario; il Corriere dello Sport qualche giorno fa ha rilanciato una notizia secondo cui un gruppo composto da Bonina, Rescifina e Barbera (assieme ad altri 3 imprenditori) sarebbe interessato a rilevare le quote di maggioranza del Messina (il garante sarebbe l'ex arbitro Tullio Lanese). Lunedì scorso durante la trasmissione "Antenna Giallorossa Sera", in onda sulla Rtp, il giornalista Antonio Sangiorgi ha dichiarato che l'imprenditore pattese Salvatore Ruggeri, amministratore di Valvitalia (azienda che ha fatturato quasi 500 milioni di euro nel 2015), sarebbe interessato ad entrare nel Messina.

In tutti e due i casi parliamo di soluzioni importanti che garantirebbero un futuro importante al calcio messinese, fermo restando che l'attuale proprietà rappresentata da Stracuzzi e soci sta facendo benissimo, riuscendo a completare il 2015 con un onorevole sesto posto.