La Serie A nella sedicesima giornata presenterà una delle tante partite che possono riportare buon umore a due tra le squadre più forti del campionato. Il Napoli dopo un filotto di partite senza sconfitta e dopo aver cambiato assetto tattico dal 4-3-2-1 al 4-3-3, ha perso in casa del Bologna per un risultato di 3-2, inutili i goals di Higuain verso il fine patita che per poco potevano portare al pareggio. La Roma dopo alcune partite di alti e bassi vuole andare al San Paolo e dimostrare che può dire ancora la sua in campionato, Contro il Napoli Garciasi aspetta una squadra motivata e grintosa.

Le probabili formazioni di Napoli - Roma

Il Napoli come di consueto schiererà un modulo che èstato consolidato dagli ottimi risultati sia in campionato che nelle coppe, e il mister Sarri giocherà con i calciatori che meglio lo hanno interpretato in campionato.

Formazione Napoli 4-3-3

In porta, molto probabilmente, troveremo Pepe Reina, anche se reduce da alcune incertezze contro il Bologna il suo posto sembraintoccabile, la linea difensiva dovrebbe essere composta da Hysaj, uscito verso fine gare contro il Bologna per stanchezza ma probabilmente sarà lui l'esterno difensivo di destra, nella zona centraletroveremo Albiol e Koulibaly mentre sull'esterno di sinistra troveremo Ghoulam uno dei migliori di Bologna.

A centrocampo giocherà Allan accompagnato da Giorginho e Hamsik sulla parte sinistra. In attacco libero spazio a Callejon, Higuain, capocannoniere della Serie A, e Insigne.

La Roma, dopo il pareggio di domenica in casa deltorino, vuole riportarsi ai primi posti della calssifica, Garcia anche se criticato continua a svolgere il suo lavoro con massima professionalità e serenità

Formazione Roma 4-3-3

La roma scenderà molto probabilmente in campo con un modulo a specchio, in porta come probabiletroveremo Szczesny, la linea difensiva sarà composta da Florenzi, Manolas, Castan e Digne.

A centrocampo giocheranno Pjanic, De Rossi e Nainggolan. Mente in attacco la Roma avrà diverse scelte ma probabilmente giocheranno iturbe, Dzeko e Falque.