Come noto, lunedì 14 dicembre in quel di Nyon, si sono tenuti i sorteggi per decretare gli ottavi di finale di Champions League e i sedicesimi di finale di Europa league. L'urna non è stata particolarmente benevola con le italiane per quanto concerne la prima competizione, dato che la Juventus ha pescato il Bayern Monaco e la Roma il Real Madrid. Sebbene i rischi di incrociare subito una big erano molto alti. Meglio è andata a Napoli, Fiorentina e Lazio che nell'altra competizione incontreranno rispettivamente Villareal, Totthenam e Galatasaray.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Champions League

Il sorteggio per la Champions è stato espletato dalla bandiera nerazzurra Javier Zanetti. Il quale, alla luce dell'estrazione poco felice riguardante la Juventus, è diventato ancora più simpatico agli occhi dei tifosi nerazzurri.

Mentre, al contrario, ai supporter bianconeri è diventato ancora meno apprezzato. Con tanto di sfottò e imprecazioni ai suoi danni. Sui social però, contro l'ex capitano interista si stanno levando anche clamorosi sospetti di presunti brogli. Vediamo il motivo.

Zanetti accusato di aver trattenuto la pallina col nome del Real Madrid

A muovergli pesanti accuse su Twitter sono i tifosi del Barcellona, secondo i quali Javier Zanetti avrebbe preso in mano la pallina contenente il nome del Real Madrid e avrebbe continuato a mescolare senza mai lasciarla. Fino ad estrarla. I madrileni, come già detto, hanno ''pescato'' la Roma. Avversaria considerata morbida dai sostenitori dei blaugrana, i quali invece vedranno i propri beniamini giocarsela contro l'Arsenal. Pertanto, a loro modo di vedere, Zanetti avrebbe aiutato i madrileni per un sorteggio ''più morbido''.

I migliori video del giorno

Sul web sta circolando un video, dove si vede che per qualche secondo Zanetti tenga in mano la stessa pallina mentre mescola. Ma, conoscendo la professionalità e la sportività dell'argentino, dubitiamo fortemente che potesse arrivare a un comportamento simile. Trattasi di un gesto involontario, istintivo. Oltretutto, come poteva sapere che lì c'era il Real? Le palline sono tutte uguali. Ma anche questi cattivi pensieri fanno parte del calcio.