La Serie B è ripartita con l'anticipo serale del venerdi: allo Stadio "Alberto Picco" i padroni di casa dello Spezia e i pugliesi del Bari hanno pareggiato per 0-0 la prima gara del 2016. In vista dello scontro di lunedi 18 allo tra l'F.C. Crotone e il Cagliari Calcio tiene ancora banco il Calciomercato, tra voci più o meno veritiere e propositi per la sessione di riparazione invernale.

La Dea su Budimir

Il pezzo pregiato di questa stagione è senza dubbio l'attaccante ventiquattrenne croato dei pitagorici Ante Budimir, giunto in estate in prestito con diritto di riscatto - fissato a 1 mln - dal club tedesco del St.

Pauli e che tanto bene ha fatto in questa prima parte di stagione con ben 9 reti nel torneo e una in Tim Cup contro l'A.C. Milan. Per la punta non mancano le corteggiatrici: dall'Arsenal all'Atletico Madrid, passando per le italiane Juventus, Palermo, Lazio e ultima ma solo in ordine cronologico l'Atalanta. Il club bergamasco si sarebbe mosso concretamente formalizzando il suo interesse e gettando le basi per una eventuale offerta. L'idea sarebbe quella di chiudere ora l'acquisto dell'attaccante in modo da lasciarlo in terra di Calabria fino al termine della stagione per poi abbracciarlo, ancor più valorizzato nel prossimo torneo. L'offerta pari a 3-4 mln formulata dalla Dea potrebbe fare meditare sul da farsila società rossoblù, che comunque ha una volontà ferma, trattenere per almeno altri sei mesi il calciatore.

Il ragazzo a detta degli esperti di settore possiede ancora ampi margini di miglioramento e nel caso si ripetesse il suo valore potrebbe ulteriormente lievitare, raggiungendo cifre inimmaginabili con una eventuale inaspettata promozione.

Una scommessa comunque vinta quella fatta dalla società dei fratelli Vrenna e dal Direttore Sportivo Beppe Ursino, in estate ben pochi avrebbero scommesso sul colpo Budimir, arrivato da sconosciuto ma giunto velocemente alle luci della ribalta.

Ora con il calciomercato aperto i tifosi continuano a sognare un nuovo colpo fiduciosi nell'operato della società.