E' partita ufficialmente la stagione della Salernitana con le visite mediche dei calciatori e la presentazione del nuovo tecnico. Primo giorno di scuola per Giuseppe Sannino. Il tecnico napoletano ha sottoscritto un accordo annuale con opzione. "Salerno è stata sempre una piazza dove c'è passione vera al di là della categoria - ha spiegato l'allenatore in conferenza stampa. Ho sempre sognato di allenare in un ambiente passionale come questo. Preferisco fare l'allenatore in una città che ti fa provare emozione e trasmette calore".

Sannino ha rivelato alcuni retroscena dell'accordo con la Salernitana."Con il ds Fabiani c'era già stato qualche approccio prima dell'incontro di domenica ma alla fine sembrava che la panchina fosse già assegnata ma evidentemente era destino che doveva andare così".

"Ho sempre sognato di allenare in questa piazza"

Il tecnico si è poi soffermato sulle questioni tecniche. "Sono nato con il 4-4-2 ma ho capito che strada facendo il calcio si può fare in un certo modo. Quando si parla di numeri si parla esclusivamente della fase difensiva e quindi lavoreremo sia per giocare a 4 che a 3.

Al momento è prematuro parlare di concetti squisitamente tecnici". Sannino ha parlato anche di obiettivi. "Il presidente stimola sempre i dipendenti a fare il meglio possibile. A me non piace fare proclami. Lavoriamo, vediamo quello che riusciamo a fare e poi strada facendo vediamo cosa riusciamo a portare a casa. La crescita avviene anche attraverso le sconfitte". Il neo allenatore granata ha parlato anche di mercato e singoli. "Chi ha detto che Rosina può giocare solo come trequartista. Mi sembra di tornare indietro con la storia di Brienza a Siena. Giocò da esterno e fu la sua miglior stagione. Schiavi? A me non piace parlare dei singoli.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie B Calciomercato

Varata la campagna abbonamenti

"Preferisco parlare del noi". Sannino ha anticipato che la squadra lavorerà duro in ritiro. "Una buona casa sta su se ci sono le basi. Faremo la nostra preparazione cercando di incamerare benzina per affrontare al meglio una stagione così lunga". L'ex tecnico del Palermo si è soffermato anche sulla questione portiere. "Conosco bene Terracciano anche se con me ha giocato poco. L'ho visto all'opera l'anno scorso ed è una risorsa della Salernitana. Ha potenzialità per crescere ancora".

A margine della presentazione di Sannino il co-presidente Mezzaroma ha ribadito che il club granata non è una società satellite della Lazio. Tra i giocatori in partenza per il ritiro anche il portiere Liverani e l'attaccante Troianiello, ceduti in prestito nella passata stagione. Aggregato alla squadra, in attesa di tesseramento, il centrocampista Bacinovic. Presentata anche la campagna abbonamenti. 152 euro il prezzo fissato per la curva sud. Le nuove maglie non hanno entusiasmato i tifosi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto