A Napoli sono ore di tensione per tifosi e club. Il PSGè pronto a mettere sul piatto cifre imponenti per l'attaccante azzurro;Lorenzo insigne non è indifferente al richiamo del panorama internazionale, e la squadra francese offre una grande vetrina europea e uno stipendio da urlo.

Insigne non è una priorità per il club

Ancora delusioni per il povero Insigne: dopo 12 gol e il ruolo di vicecapocannonieredella squadra azzurra lo scorso anno, il minimo sarebbe stato essere considerato una sorta di bandiera, ma il presidente non sembra pensarla allo stesso modo.

Sono infatti tre anni che gli agenti della "pepita d'oro" di Napoli tentano di far emergere la giovane promessa che, però, non sembra godere di alta considerazione da parte di De Laurentiis che, imperterrito, continua a rinviare incontri e trattative: che sia ancora scosso dalla cessione di Gonzalo Higuain alla Juventus?

La trattativa per il rinnovo del contratto fino al 2019 non sembra avere fine: è di un milione esatto lo scarto sul nuovo ingaggio dell'attaccante; 2,5 vengono offerti dal Napoli contro i 3,5 milioni richiesti dal giocatore e dai suoi agenti.

Insigne piace molto all'estero

Mentre in casa propria Lorenzo Insigne non viene valutato come meriterebbe, all'estero gli occhi dei club più importanti sono tutti puntati su di lui. Molte società sono pronte a mettere sul piatto un contratto da fuoriclasse per il giovane attaccante, e non solo a livello di cash, con stipendi che sarebbero certamente molto appetibili, ma anche per quanto concerne la vetrina internazionale offerta, che fa gola al giocatore partenopeo e ai suoi manager.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
SSC Napoli

Nonostante ciò, al momento Insigne non sembra intenzionato a scendere a compromessi: il suo cuore rimane azzurro, la sua è un'eterna lotta tra la prospettiva di una grande carriera e l'amore per la propria squadra.

Insigne, dunque a Napoli è uno dei tanti? Lui non si sente affatto così, ma è Aurelio De Laurentiis che sembra avere una considerazione diversa, dimostrando con questi tentennamenti di credere poco nel futuro dell'attaccante numero 24.

Insigne, invece - sirene di mercato a parte - ha in testa una sola cosa: diventare capitano del Napoli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto