Botta e risposta. La Juve chiama, il Napoli risponde. Gol e spettacolo nei due anticipi della terza giornata del campionato di Serie A. Tris Juve nel pomeriggio con doppietta di Higuain e gol di Pjanic; tris del Napoli a Palermo, con il vantaggio firmato dal capitano Marek Hamsike la doppietta di Callejon.

Il terzo turno della Serie A si è aperto sabato 10 settembre con i successi di Juventus e Napoli, che saranno impegnate rispettivamente per le sfide di Champions con Siviglia e D. Kiev.

Alle 18, allo Juventus Stadium successo convincente della Juve, grazie alle reti dell’ex azzurro, "Il Pipita"Higuain.

All’argentino bastano pochi minuti per mettere il sigillo sulla gara: al 4’ diagonale rasoterra su assist di Dybala per il vantaggio bianconero, poi al 10' arriva il capolavoro al volo su assist di Khedira con un destro che non lascia scampo al portiere Consigli.

Una doppietta che conferma la straordinaria vena realizzativa del centravanti, autentico cecchino in area di rigore e senza dubbio uno degli attaccanti più forti al mondo. A completare il successo, il tris firmato dall’altro nuovo acquisto dell’estate,Pjanic. Cross di Lichtsteiner sulla traversa, e colpo di testa ravvicinato del bosniaco ex Roma che ribadisce in rete a porta sguarnita, anticipando anche Dybala per il 3-0 in favore della Juve.

I bianconeri dopo il tris si rilassano, e al 33’ il Sassuolo trova il 3-1 con Antei che sfrutta un’incertezza di Buffon in seguito al corner battuto da Politano. Un gol che non basta ai neroverdi per riaprire la gara che si chiude con il successo della Juventus che vola a 9 punti in classifica mantenendo il primato.

La Juve chiama, il Napoli risponde, e in serata ecco il secondo successo in campionato per la squadra di Maurizio Sarri che batte 3-0 il Palermo del neo allenatore rosanero Roberto De Zerbi.

Allo stadio Barbera di Palermo, la formazione azzurra va alla ricerca della seconda vittoria consecutiva dopo il successo casalingo contro il Milan al San Paolo.

Napoli con qualche piccola sorpresa: Sarri manda in campo dal primo minuto Maggio e Zielinski, Mertens partedalla panchina, e il tridente titolare è formato da Insigne, Milik e Callejon.

Nel primo tempo gli azzurri provano subito a sorprendere i padroni di casa, ben messi in campo da De Zerbi (squalificato) e seguiti in panchina da mister Davide Possanzini.

Il Napoli produce buon gioco e qualche azione che impensierisce immediatamente i rosanero. Gli azzurri sfiorano il gol due volte con Milik e con una clamorosa deviazione di Albiol che termina alta sulla traversa. Si vede poco il Palermo, che in attacco si affida al capitano Diamanti, ma al termine del primo tempo Reina è quasi inoperoso, e le due squadre vanno a riposo sul risultato di 0-0.

Nella ripresa la musica cambia; il Palermo abbassa i toni e il Napoli trova lo spunto giusto per trovare il vantaggio: lungo lancio sulla sinistra per Ghoulam, cross perfetto dell'algerino, movimento sul primo palo di Milik e deviazione vincente dell'accorrente Marek Hamsik cheinsacca ilgol dell'1-0 che sblocca la gara e scrive la storia azzurra superando Maradona con 82 reti realizzate in campionato con la maglia del Napoli.

Tutto più facile per gli azzurri dopo il vantaggio, ed ecco la doppietta di Callejon che infila due volte il portiere rosanero, prima al 6', sfruttando l'assist perfetto di Insigne con un colpo di testa che buca Posavec, e poi ancora al 20' con un diagonale che vale il 3-0 finale.

Una buona prova di maturità per il Napoli che si dimostra autentica macchina da gol con ben nove reti realizzate in sole tre gare. La squadra di Sarri risponde così al successo dei bianconeri e alle due reti dell'ex azzurro Higuain, e sale al secondo posto con sette punti alle spalle dei bianconeri, in attesa delle altre gare della terza giornata, mentre la mente vola già alle sfide di Champions.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!