Il gruppo Suning ha intenzione di costruire una vera e propria corazzata a gennaio, dunque i tifosi nerazzurri si aspettano importanti colpi di mercato. La nuova dirigenza cinese dell'Inter ha dichiarato di volere investire un extra budget nella prossima sessione invernale, in modo da rilanciare il club nerazzurro in Italia e in Europa. "Il nostro obiettivo per il futuro è quello di vincere la Champions League", hanno affermato i vertici del gruppo Suning. Il primo obiettivo dell'Inter per gennaio è un terzino di qualità, dato che il tecnico nerazzurro Frank De Boer non è per nulla soddisfatto del rendimento di Santon, Nagatomo e D'Ambrosio.

L'allenatore olandese ha chiesto un sacrificio economico al gruppo Suning per la prossima sessione invernale. Secondo le indiscrezioni provenienti dalla Germania, il club nerazzurro potrebbe acquistare uno dei migliori esterni del mondo, ovvero Jonas Hector, giocatore che ha molto impressionato agli ultimi Europei con la maglia della Nazionale tedesca. Ecco tutti i dettagli delle ultime indiscrezioni sul Calciomercato dell'Inter.

Inter, vicino Jonas Hector: la situazione

Stando a quanto riporta la stampa tedesca, l'Inter sarebbe piombata su Jonas Hector, fortissimo terzino di ventisei anni di proprietà del Colonia. Si tratta certamente di uno dei migliori giocatori del pianeta nel suo ruolo, come dimostrano anche i numeri.

Hector, infatti, ha segnato diciotto reti e servito trentasette passaggi vincenti in carriera. Il contratto che lo lega al Colonia scadrà tra cinque anni, ma il giocatore potrebbe liberarsi già a gennaio, specialmente se dovesse arrivare un'offerta irrinunciabile. Il gruppo Suning ha intenzione di mettere sul piatto una cifra molto alta per convincere il Colonia cedere il suo gioiello.

Stando alle indiscrezioni tedesche, ci sarebbero già stati dei contatti tra il direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio e l'entourage di Hector. L'Inter potrebbe così garantirsi a gennaio un top player assoluto. Un altro nome molto caldo per le corsie esterne è quello di Nelson Semedo del Benfica.