Una partita d'altri tempi, certamente, ma non il record assoluto di marcature. Il match valido per la fase a gironi tra Borussia Dortmund e Legia Varsavia, chiuso con un pirotecnico 8-4 in favore dei tedeschi, rientra tra i più prolifici di sempre ma non è affatto un primato. Non lo è per quanto riguarda la massima kermesse continentale, la Coppa dei Campioni-Champions League, e non lo è tanto meno in assoluto, contando anche gli altri trofei che sono stati messi in palio dall'Uefa dagli anni '50 ad oggi.

I record di gol in Coppa dei Campioni-Champions League

Il record assoluto di marcature (14) in una gara valida per la Coppa dei Campioni risale alla stagione 1969/70 quando il Feyenoord si impose in Islanda, sul terreno del KR Reykjavik, con il punteggio di 12-2. La formazione olandese avrebbe poi vinto il trofeo battendo il Celtic nella finale di Milano nel maggio 1970. Borussia Dortmund-Legia Varsavia ha visto complessivamente 12 gol ed è al secondo posto. Non era pertanto un record l'8-3 con il quale il Monaco superò il Deportivo La Coruna nel 2003 perché 11 reti in un'unica partita si sono verificate anche in occasione di Boldklubben 1913-Spora Luxembourg 9-2 (1961); Lokomotiv Sofia- Malmoe 8-3 (1964), Haka-Anderlecht 1-10 (1966), Dinamo Bucarest-Crusaders 11-0 (1973) che costituisce la vittoria con il maggior scarto e Liverpool-Oulun Palloseura 10-1 (1980).

Il maggior numero di gol in una finale è invece di 10, relativo al 7-3 con il quale il Real Madrid superò l'Eintracht Francoforte a Glasgow il 18 maggio 1960.

Il record assoluto delle competizioni continentali per club

Il primato assoluto in una singola partita, tra tutte quelle valide per le competizioni europee, è di 17 reti ed è relativo ad un secondo turno di Coppa delle Coppe edizione 1963/64, quando lo Sporting Lisbona sconfisse sul proprio campo i ciprioti dell'Apoel Nicosia con il punteggio di 16-1: si tratta anche dello scarto maggiore mai messo a segno.

Per quanto riguarda le statistiche dei doppi turni, nella sfida tra Levski Sofia e Reipas Lahti del primo turno di Coppa delle Coppe 1976/77 ci furono ben 22 gol totali. I bulgari vinsero 12-2 in casa e 7-1 nel match di ritorno in Finlandia. Lo scarto maggiore nell'ambito di una sfida andata/ritorno è di 21-0 ed è detenuto da Jeunesse Hautcharage-Chelsea (0-8/0-13) della Coppa delle Coppe 1971/72 e da Feyenoord-Rumelange (9-0/12-0) della Coppa Uefa 1972/73.

I match più prolifici con le squadre italiane in campo

Il maggior numero di gol nelle competizioni continentali, in occasioni che hanno visto in campo squadre italiane, è di 8 in un unico match. Riguarda innanzitutto l'8-0 con cui il Milan superò l'Union Luxembourg a San Siro al primo turno della Coppa dei Campioni 1962/63, la prima vinta dalla formazione rossonera, che rappresenta anche la vittoria con lo scarto maggiore. Ci sono stati 8 gol anche nel 4-4 tra Amburgo e Juventus nella fase a gironi della Champions League 2000/2001 e nelle due pesantissime sconfitte della Roma contro il Manchester United all'Old Trafford (Champions League 2006/2007) e contro il Bayern all'Olimpico (Champions League 2014/2015), entrambe per 1-7.

Il record in una doppia sfida appartiene al Milan che nel citato primo turno di Coppa dei Campioni 1962/63, dopo l'8-0 in casa, superò i lussemburghesi in trasferta per 6-0 con un complessivo scarto di 14-0 mentre, relativamente ad una finale andata e ritorno c'è l'impresa della Juventus che vinse la Supercoppa Europea nel 1996 battendo il Paris Saint Germain con un complessivo 9-2 (6-1 in Francia e 3-1 al ritorno disputato eccezionalmente a Palermo).

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!