Novità importanti per quanto riguarda Stevan Jovetic, attualmente attaccante dell'Inter ma ormai prossimo al rientro alla Fiorentina per una delle operazioni di calciomercato più intriganti del momento. Come riportato pochi minuti fa dal sito di informazione calcistica Calciomercato.com, nel pomeriggio odierno il direttore sportivo dei nerazzurri Piero Ausilio ed il procuratore del centravanti montenegrino Fail Ramadani si sono incontrati in un noto albergo di Milano per aggiornare la situazione relativa al passaggio in viola del giocatore già nella prossima finestra invernale di mercato.

Molti gli argomenti di cui hanno discusso entrambi, considerando anche il fatto (non di poco conto) che Ramadani è socio del noto procuratore Kia Joorabchian, strettissimo collaboratore dei nuovi proprietari interisti che fanno capo al gruppo Suning.

Corvino non vuole lasciarsi scappare ancora Jovetic

Dopo il tentennamento di fine agosto che ha portato al mancato riacquisto di Jovetic da parte della società gigliata, il direttore sportivo della Fiorentina Pantaleo Corvino non vuol lasciarsi scappare il montenegrino ancora una volta e per questo l'attenzione rivolta all'operazione di mercato è massima (anche se fu soprattutto la nuova proprietà cinese dell'Inter a non voler lasciar partite l'attaccante per evitare di rinforzare ulteriormente la compagine viola).

Il rischio di far arrabbiare ancor di più i tifosi viola è alto, anzi altissimo, e alla luce dell'ultima prestazione offerta ieri sera proprio contro i nerazzurri (buona reazione anche in 10 uomini, ma pessimo inizio di gara) la società dei fratelli Della Valle ha il dovere di rafforzare l'organico a disposizione dell'allenatore portoghese Paulo Sousa.

La situazione in classifica parla chiaro: dopo 14 turni la Fiorentina occupa la nona posizione con 20 punti, -9 dal terzo posto utile per l'accesso ai playoff di Champions League e già -13 dalla capolista Juventus. Cifre notevoli dopo soltanto un terzo del campionato: urge una reazione immediata da parte di tutti, dirigenza compresa.