Due imprese difficili, ma non impossibili: la salvezza. Palermo e trapani: stessa Isola, categorie diverse. Le due società hanno cambiato tecnico nel giro di pochi giorni. Al Palermo Eugenio Corini è tornato per sostituire De Zerbi, entrato in rotta di collisione con il patron Zamparini. A Trapani Calori è subentrato a Cosmi con la squadra ultima classifica.

Palermo, la presentazione di Corini

Corini è stato annunciato nei giorni scorsi ed è stato presentato oggi alla vigilia della trasferta di Firenze: 'Dobbiamo reagire, questa squadra deve giocare forte sempre e combattere ogni situazione negativa che potrà arrivare.

Serve questo, sempre. Il mio obiettivo? Vogliamo salvarci e per farlo dobbiamo lasciarci dietro tre squadre. Non vogliamo pensare alle altre, noi dobbiamo restare concentrati su noi stessi'. E poi la gente, i tifosi, che Corini conosce bene visto che ha giocato diverse stagioni con la maglia dei rosanero: 'Io alla gente di Palermo, ai tifosi, posso soltanto dire grazie. La chiamata di Zamparini mi ha emozionato, così come quando sono andato da lui a firmare. Ma ora - ha concluso - basta parlare, è venuto il momento di andare in campo. La trasferta con la Fiorentina? Si partirà dallo 0-0, dobbiamo avere la forza mentale di non pensare alla sconfitta, ma di restare uniti'. L'operazione salvezza è partita.

Trapani, scelto Calori per il dopo Cosmi

Nella settimana in cui sono saltate diverse panchine in B, dopo giorni di riflessioni, il Trapani ha scelto il nuovo tecnico. Il nuovo ds Fabrizio Salvatori ha chiamato in Sicilia Alessandro Calori che è stato presentato questa mattina. 'Dovremo compiere qualcosa di importante perchè la situazione di classifica è compromessa - le prime parole di Calori da tecnico del Trapani - ma credo che sussistano le condizioni per tentare l'impresa'.

Il Trapani si trova all'ultimo posto con un ritardo di cinque punti dalla zona play out e dalla zona salvezza. Ma Calori è uno che non molla e vuole sfruttare la chance di tornare ad allenare in serie B: 'Fin dal primo incontro società e presidente mi hanno trasmesso sensazioni particolari. Loro stanno soffrendo per la situazione in cui è finita la squadra.

Ho letto di troppi giocatori sfiduciati e contestati dai propri sostenitori, giocatori in questo clima non è sicuramente facile'. Toccherà a lui dare una sterzata nei risultati e sull'umore della gente dalla prossima partita.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!